Connect with us

Football

Lega Pro, il punto sui campionati dopo l’undicesima giornata

Pubblicato

|

ROMA, 13 NOVEMBRE – Altra giornata di gara appassionante per i campionati di Lega Pro dove non sono certo mancate le emozioni. In alcuni casi i risultati dell’ultimo turno hanno anche comportato importanti cambiamenti al vertice e in coda alle classifiche, segno del grande equilibrio e della spettacolarità della Prima e della Seconda Divisione. Analizziamo in maniera approfondita quanto successo nelle gare dell’ultimo fine settimana.

PRIMA DIVISIONE – Nel girone A di Prima Divisione la sorpresa la regala il Pavia che ferma la corsa del Lecce bloccandolo sul pareggio per 2-2 nella gara giocata tra le mura amiche. Partita decisamente gradevole quella giocata in Lombardia e spartizione della posta equa con i salentini due volte avanti sempre con Mariano Bogliacino e raggiunti in entrambe le circostanze da Samuele Beretta che ha fissato il risultato definitivo al 14′ della ripresa trasformando un calcio di rigore. La capolista vede così ridurre a 6 punti il distacco dal Carpi che ha battuto di misura il Treviso per 1-0 nel più classico dei testa cosa. In terza piazza, a 3 lunghezze dagli emiliani, troviamo la Virtus Entella, che ottiene il quarto pareggio consecutivo contro il Portogruaro, mentre alle spalle dei liguri lo stesso Portogruaro e il Trapani, 2-2 a Como, raggiungono il Sudtirol che però ha dovuto rinviare per il maltempo la gara contro il Feralpi Salò. In coda da registrare i colpacci dell’Albinoleffe e del Cuneo che espugnano rispettivamente i campi della Tritum e del Lumezzane dando così ossigeno alle rispettive posizioni in classifica.

La graduatoria è chiusa adesso dal Treviso, fermo a 1 punto, con l’Albinoleffe due lunghezze più avanti e la Tritium in terz’ultima piazza a quota 4 punti. Grandi sorprese nel girone B dove le 2 capoliste, Frosinone e Latina, vengono entrambe sconfitte e sono raggiunte in classifica da un sempre più positivo Pisa. Proprio i toscani hanno fermato la marcia degli uomini di Roberto Stellone andando a vincere in Ciociaria per 2-1 in quello che è stato senza dubbio il big match di giornata. Grande protagonista dell’incontro è stato Giacomo Tulli che, con una doppietta, ha portato i suoi sul doppio vantaggio che non è più stato rimontato nonostante la rete a 4 minuti dal termine di Alessandro Frara. L’altra squadra laziale al comando prima di questo turno, il Latina, è crollata a Prato dove i toscani hanno nettamente prevalso per 4-0. Pesante sconfitta dei neroazzurri in una gara equilibrata nel primo tempo ma a senso unico nella ripresa. Il trio al comando precede di 2 lunghezze il Gubbio che non ha disputato la gara contro la Carrarese e che, in caso di successo, si troverebbe da solo al comando della graduatoria. Una lunghezza sotto gli egubini l’Avellino, battuto per 1-0 a Nocera Inferiore, viene agganciato dal Viareggio che ottiene l’intera posta nello scontro casalingo con l’Andria. In zona retrocessione ferma, come detto, la Carrarese da segnalare l’acuto del Barletta che passa a Sorrento imponendosi per 2-1 e affianca a quota 6 i campani in penultima posizione, 3 lunghezze più avanti dei toscani. Il colpaccio di giornata è però del Catanzaro che espugna Perugia per 4-2 ritornando alla vittoria, che mancava dalla prima giornata, e consolidando la panchina di Francesco Cozza che era in pericolo dopo le 4 sconfitte consecutive che avevano preceduto la gara disputata in Umbria.

SECONDA DIVISIONE – Cambio della guardia al vertice della classifica del girone A della Seconda Divisione. La neopromossa Castiglione batte il Savona nella partitissima di giornata e lo scavalca in graduatoria portandosi da solo al comando. I liguri, privi del bomber Francesco Virdis, erano passati in vantaggio dopo pochi minuti con un rigore di Niccolò Romero ma Fausto Ferrari, ancora su rigore, e Filippo Talato hanno ribaltato il punteggio e regalato un importante successo ai padroni di casa. In classifica ora i lombardi precedono gli uomini di Corda di 1 punto mentre in terza posizione sale la Pro Patria che ha travolto tra le mura amiche il Mantova per 5-2. I bustocchi hanno approfittato dei passi falsi del Forlì, reti bianche in casa con il Santarcangelo, e del Renate, battuta d’arresto per 2-1 sul campo del Bellaria, per issarsi solitari in terza posizione ribadendo quindi il proprio ruolo di favoriti per la promozione in Prima Divisione. In coda si fa preoccupante la posizione del Casale, sempre più ultimo dopo il passo falso in casa della Giacomense che ha battuto i piemontesi per 3-1. Due lunghezze avanti ai nerostellati troviamo il Milazzo e il Valle d’Aosta che non si sono fatti male nello scontro diretto spartendosi la posta in palio così come Rimini e Fano che hanno pareggiato per 1-1 in Romagna e precedono di pochi punti la coppia siculo-valdostana. Anche nel girone B la sorpresa della giornata viene dalla vetta della classifica dove l’Aprilia perde l’imbattibilità stagionale cedendo per 3-0 in Campania contro un’ottima Salernitana. Partita praticamente già decisa nei primi 13 minuti con i centri di Ciro Ginestra su rigore e di Matteo Guazzo con i padroni di casa che sono sempre stati padroni del gioco e i laziali mai in partita e travolti dai rivali sia sul piano del punteggio che su quello del gioco.

L’Aprilia mantiene comunque il comando della classifica ma alle sue spalle rinviene forte il Pontedera che ottiene l’intera posta in palio superando per 1-0 il Borgo a Buggiano e si porta a sole 2 lunghezze dalla battistrada. A 3 punti dai toscani troviamo la stessa Salernitana e il Martina Franca, che vince di misura per 1-0 sul campo del Campobasso. I molisani continuano ad occupare l’ultimo posto della graduatoria con una lunghezza di ritardo dall’Hinterreggio, battuto tra le mura amiche per 1-0 dal Chieti, e dal Fondi, sconfitto per 1-0 a Lamezia Terme. Un punto più in alto c’è il Borgo a Buggiano che chiude un quartetto di squadre ormai staccate sul fondo della classifica e di conseguenza seriamente candidate a rischiare di occupare le posizioni che causeranno le retrocessioni in serie D.

a cura di Mauro Leone

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending