Redazione

Bundesliga, perde il Leverkusen, M’gladbach e Hannover corsare

Bundesliga, perde il Leverkusen, M’gladbach e Hannover corsare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

BERLINO, 11 NOVEMBRE – Pioggia di gol e tante emozioni in questo turno domenicale della Bundesliga. Cade il Bayer Leverkusen, sconfitto nettamente sul campo del Wolfsburg. Importanti vittorie esterne per Borussia M’gladbach e Hannover, corsare rispettivamente sui campi del Greuter Furth e dello Stoccarda.

WOLFSBURG – BAYER LEVERKUSEN Ai padroni di casa bastano 45′ per conquistare la prima vittoria casalinga della stagione e per porre fine alla serie di sette risultati utili consecutivi del Leverkusen. Partono forte i “Lupi”, trascinati da un Diego in gran spolvero. L’ex bianconero al 4′ va a segno direttamente da un calcio di punizione che si insacca sotto l’incrocio sinistro, con il portiere Rensing fermo a guardare la splendida traiettoria del pallone. Al 16′ è già 2-0. Protagonista ancora il brasiliano, che si regala così la gioia della prima doppietta stagionale. Gli ospiti si rendono insidiosi con Kiessling, ma Diego Benaglio si dimostra in gran forma e sventa i pochi pericoli condotti verso la propria porta. I padroni di casa vanno vicinissimi alla terza rete al 29′, ma Giosuè manca l’appuntamento col gol per pochi centimetri. A blindare il risultato ci pensa poco dopo Bas Dost, che al 33′ è abile a spingere in rete un perfetto assist di Schafer, a sua volta protagonista di una splendida discesa sul lato sinistro del campo. Nella ripresa il Bayer prova ad accelerare il ritmo,ma il Wolfsburg riesce ad amministrare il vantaggio senza troppi patemi. Allo scadere (91′) gli ospiti relizzano il gol della bandiera con Kiessling, che si regala la settima gioia personale di questa stagione.

STOCCARDA – HANNOVER Una partita dai due volti quella giocata tra Stoccarda e Hannover. I padroni di casa infatti, dominano il primo tempo, ma crollano letteralmente nella difesa, consentendo agli ospiti di conquistare tre punti importanti per la classifica. Nel corso della prima frazione di gioco la fragilità dell’Hannover (reduce da nove sconfitte nelle ultime dieci trasferte) si palesa fin dalle prime battute di gioco, con lo Stoccarda che assume subito il controllo del match. Il logico vantaggio arriva al 22′ quando, sull’ennesima iniziativa di Holzhauser, Gentner realizza la sua seconda rete stagionale. Gol assolutamente meritato per i padroni di casa, che fino a quel momento si erano scontrati contro il muro eretto dal portiere degli ospiti Zieler. Al 27′ l’Hannover potrebbe anche pareggiare, ma Diouf spreca tutto, confermando la scarsa vena in trasferta. Dopo lo scampato pericolo, lo Stoccarda raddoppia al 37′ con un calcio di rigore realizzato da Ibisevic, che festeggia così il sesto sigillo stagionale. Nella ripresa, però, è tutta un’altra partita. Lo Stoccarda scompare dal campo, concedendo spazio agli attacchi degli ospiti. Al 57′ Sobiech accorcia le distanze, preludio al gol del pareggio siglato dal neoentrato Schlaudraff otto minuti più tardi. Il black-out dei padroni di casa è impressionante: ne approfitta Abdellaoue, che con una doppietta (68′, 73′) regala ai suoi la prima vittoria esterna in campionato. In virtù di questo risultato, infatti, l’Hannover si rilancia per un posto nella prossima Europa League, mentre lo Stoccarda viene pericolosamente avvicinato dal Wolfsburg.

GREUTER FURTH – BORUSSIA M’GLADBACH Il Greuter rinvia ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria della sua storia contro il Borussia. Al Trolli Arena le due squadre danno vita ad un match pieno di emozioni, ma alla fine sono gli ospiti a tornare a casa con il bottino pieno. La partita si sblocca dopo appena dieci minuti: Nehrig realizza dagli undici metri un calcio di rigore concesso dall’arbitro e porta in vantaggio i padroni di casa. Nemmeno il tempo di festeggiare e il Greuter si ritrova in dieci uomini. Nessun dubbio per il direttore di gara, che sventola il cartellino rosso al cospetto di Kleine, autore di un fallo da ultimo uomo nei confronti di Herrmann lanciato a rete. Corre subito ai ripari l’allenatore del Greuter che sostituisce Stieber per Sobiech. L’episodio, però, infonde coraggio agli ospiti, che al 22′ raggiungono il pareggio con un preciso colpo di testa di Wendt. L’inferiorità numerica non ferma i padroni di casa, che poco prima dell’intervallo trovano il vantaggio grazie alla rete di Prib (43′). Dagli spogliatoi, però, esce un Borussia arrembante, che nel giro di sette minuti ribalta il risultato. A portare per la prima volta in vantaggio gli ospiti sono i colpi di testa di Stranzl al 51′ e di Herrmann al 57′. La reazione del Greuter è immediata, ma il tentativo dalla lunga distanza di Furstner trova preparato ter Stegen, che salva il risultato con un grande intervento. Nel finale di gara c’è ancora il tempo per l’espuslione di Pekovic che lascia il Greuter in nove uomini e per un’altra rete degli ospiti firmata da Marx, che fissa il risultato sul 2-4 (92′).

Marco Venza

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *