Orazio Rotunno

Inter, Sneijder messo a tacere: periodo nero, stop a twitter

Inter, Sneijder messo a tacere: periodo nero, stop a twitter
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 9 NOVEMBRE – E’davvero un periodo più nero che azzurro, quello di Wesley Sneijder dal 26 settembre ad oggi. Dal giorno del suo infortunio l’Inter non ha più smesso di vincere, di lui si è finito di parlarne. L’olandese però ha fatto sentire la sua presenza via twitter, dove “cinguetta” con frequenza: l’ultimo, è datato 3 novembre dopo la vittoria con la Juve. “Yessssss!!! grandi ragazzi…”, il messaggio del n.10. Ma notizia di oggi, la società neroazzurra ha vietato l’uso del social network al povero Wes. Altro segnale di un divorzio annunciato fra le parti?

BOCCA CUCITA, SNEIJDER FUORI DAL PROGETTO? – Tre indizi fanno una prova, o almeno così si dice. E al momento, ve ne sono in abbondanza: quasi due mesi di stop, contando il rientro annunciato per il match col Cagliari del 18 novembre. Un’assenza eccessiva per l’infortunio subito, che testimonia la non eccessiva fretta di recuperare l’olandese. I nomi che circolano per il mercato di gennaio: tutti esterni offensivi, adatti per il tridente ormai varato da Stramaccioni, in cui un trequartista/regista puro come Wes risulta un pesce fuor d’acqua. Ed oggi, twitter vietato: segnale duro ed inequivocabile di un rapporto non più idilliaco, soprattutto onde evitare spiacevoli uscite pubbliche in vista delle future e probabili panchine. Ad annunciarlo la moglie Yolanthe, “Mio marito @sneijder101010 non può scrivere più su Twitter, le scelte della società. #Strano“. L’ultimo tweet dell’olandese risale all’impresa di Torino neroazzurra, del 3 novembre scorso: “”Yesssss!!!! Grande ragazzi… Forza #amala“. La posizione della società, stando anche a quanto riportato dalla bella compagnia, è che Wes sarebbe andato contro alcune regole poste dall’Inter in merito all’uso dei social, come ad esempio il divieto a fornire informazioni riguardo il proprio stato di salute. Da qui il divieto assoluto per il n.10, anche per i semplici messaggi di incoraggiamento e complimenti ai suoi colleghi.

Ad ora la sola versione giunta a noi è quella della moglie di Sneijder, si attendono ulteriori fonti per avere una visione più chiara della vicenda.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *