Connect with us

Buzz

Valerio Verre, il geometra del centrocampo

Pubblicato

|

 

ROMA, 7 NOVEMBRE – Ennesimo frutto del sempreverde vivaio giallorosso, Valerio Verre, centrocampista classe ’94, si rivela subito pronto ai grandi palcoscenici della Serie A. Il gioiellino (non ancora maggiorenne) approdato al Siena come parziale contropartita nell’affare Destro, non ha però ancora avuto modo di mettersi in luce tra le file guidate da Serse Cosmi. L’allenatore ex Perugia, consapevole delle doti tecniche del ragazzo, gli ha concesso qualche presenza in Coppa Italia che Valerio ha sfruttato alla grande, sfoderando ottime prestazioni e guidando il foltissimo centrocampo senese alla vittoria contro il Vicenza.

Centrocampista centrale dotato di un’ottima tecnica individuale, che si sposa perfettamente con un’innata abilità di inserimento, Valerio si è contraddistinto nei campionati giovanili anche per una discreta duttilità ed un’incredibile vena realizzativa, che hanno contribuito al successo della sua Roma in diverse competizioni. Vincitore nel 2008 della Umbro Intercontinental Cup con i Giovanissimi Nazionali, è riuscito a coronare il sogno di ogni romano-romanista che si rispetti: segnare una tripletta ai rivali della Lazio nella finalissima di Coppa. Ma non solo. Alle dipendenze di mister  Mauro Carboni, nel 2009 conquista la vittoria nell’edizione italiana della Manchester Premier League,  e mostra tutto il suo talento anche agli osservatori delManchester United, che tentano di rapirlo al calcio italiano. Il talento giallorosso non si lascia influenzare dalle richieste che copiose affollano la scrivania della dirigenza capitolina, e continua imperterrito a stupire nel nostro belpaese, richiamando l’attenzione di Fiorentina ed Inter, e conquistando tutto ciò che c’era da giocare.

[smartads]

Valerio raggiunge l’apice della sua esperienza giovanile nel 2010, durante l’estate che vedrà gli Allievi Nazionali della Roma laurearsi campioni d’Italia con un record difficile da eguagliare: 96 punti, 105 gol fatti e solo 13 subiti. E’ l’apoteosi che incorona Verre nuovo talento del calcio italiano, ormai pronto per calcare i grandi palcoscenici italiani e perché no, europei. Non è un caso che la prima convocazione in prima squadra risalga all’estate del 2011, quando, in seguito ad un’annata poco convincente con la primavera di Alberto De Rossi, viene chiamato in causa da Luis Enrique nello sfortunato match con lo Slovan Bratislava, che sancisce l’eliminazione dei giallorossi dall’ Europa League.  Il 2012 regala però grandi emozioni al virtuoso regista, che nel giro di pochi mesi conquista prima la Primavera, e poi finalmente la Serie A, alle dipendenze di mister Cosmi.

Il sogno si è finalmente avverato, e nonostante un avvio altalenante, Verre dimostrerà senza affanni il proprio talento, fatto di giocate di prima, di inserimenti sempre pericolosi, e di quella vena realizzativa che in Serie A può fare la differenza.  I paragoni con i veterani si sprecano, ed il  geometra del centrocampo è pronto alla grande sfida, purché non si carichi di pressioni inutili, e si tenga presente che non stiamo parlando del “nuovo De Rossi” o del “nuovo Pizarro”, ma semplicemente Valerio Verre.

SCHEDA

Nome: Valerio
Cognome: Verre
Classe: 1994
Ruolo: Centrocampista centrale
Squadra: Siena
Altezza: 5’10” (1.8m)
Peso: 154 lbs (70kg)

A cura di Mario De Simone

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending