Redazione

Calciomercato Milan, lo staff di Guardiola in tribuna

Calciomercato Milan, lo staff di Guardiola in tribuna
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La replica di Allegri:"Nessun fastidio"

MILANO, 7 NOVEMBRE – Nemmeno il tempo di gioire per la confortante prestazione rossonera, seppur non per il risultato, che si pensa subito al mercato in casa rossonera. Infatti ieri sera, per la gara di Champions, c’era in tribuna il fratello di Pep Guardiola, Pere, agente dell’allenatore.

A fine gara, sulla questione, Allegri si innervosisce un po’ e risponde cosi al cronista: “Non mi dà fastidio che si parli di Guardiola perché non è l’unico nome accostato al Milan, ce ne sono stati un altro miliardo e mezzo. Credo che i problemi siano altri, quello è un problema mio, ma non mi interessa. Certo che avete una costanza… se fate una domanda tecnica è meglio. Non domandate a me dell’allenatore. Galliani ha detto quello che pensa prima della partita, il mio lavoro è allenare la squadra e cerco di farlo nel migliore dei modi. Stiamo cominciando a fare buone cose e lo stiamo facendo con quattro ’92 in campo… Berlusconi? L’ho visto negli spogliatoi, gli è piaciuta la prestazione di stasera”.

Dunque il Milan fa sul serio: vuole Guardiola in panca per il 2013, tant’è che Galliani, dopo la conferma di rito ad Allegri, ha in agenda un incontro con il fratello manager di Pep, Giuseppe Riso altro agente del tecnico spagnolo. C’è da battere però la concorrenza di Manchester City e Chelsea. Il club di via Turati ha smentito la notizia con un comunicato apparso sul sito ufficiale del club: “AC Milan smentisce le notizie apparse su alcuni media da qualche minuto relative a un presunto incontro tra il Vicepresidente Vicario e AD Adriano Galliani e familiari o procuratori del signor Guardiola”.

Lo stesso Galliani ha smentito di aver mai conosciuto Pere Guardiola, ma di fatto lui e lo staff del fratello erano presenti allo stadio sia per gustarsi un importante impegno di Champions per il Milan, sia per stabilire un contatto con la dirigenza rossonera, Galliani in primis. Il Milan ci crede ma non intende illudersi, ne tantomeno illudere i tifosi perché avere la disponibilità di Guardiola per la prossima stagione significherebbe mettere mano al portafoglio ed in modo pesante, ameno che Pep non accetti di lavora con i giovani sposando di fatto la nuova politica societaria rossonera votata al risparmio.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *