Redazione

Bundesliga, steccano Borussia e Schalke, il Bayern può andare in fuga

Bundesliga, steccano Borussia e Schalke, il Bayern può andare in fuga
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Berlino, 3 Novembre. La decima giornata di Bundesliga vede la seconda sconfitta stagionale dello Schalke, che crolla in pieno recupero in casa dell’Hoffenheim. Gli uomini di Stevens, dunque, non riescono ad avvicinarsi alla capolista Bayern Monaco, che alle 18.30 avrà la possibilità di aumentare il proprio vantaggio in classifica. Stecca anche il Borussia Dortmund, che non va oltre lo 0 a 0 contro uno Stoccarda in salute. Pareggia anche l’altro Borussia, il M’gladbach, fermato in casa da un coriaceo Friburgo. Ritorna al successo, invece, l’Hannover che piega con un gol per tempo il fanalino di coda Augusta. In chiave salvezza, importante successo del Norimberga sul Wolfsburg, alla prima sconfitta sotto la gestione Gunter-Kostner.

HOFFENHEIM – SCHALKE 04 Ai Konigsblauen non riesce il poker di vittorie consecutive, ma va anzi incontro alla seconda sconfitta stagionale sul campo dell’Hoffenheim. Fallisce dunque la possibilità di portarsi a meno uno dalla vetta, in in attesa dell’impegno serale del Bayern Monaco ad Amburgo. Le sofferenze degli uomini di Stevens iniziano dopo soli tredici minuti, quando i padroni di casa si portano in vantaggio con la prima rete stagionale dell’attaccante Kevin Volland. Huntelaar e compagni provano a reagire, ma sbattono spesso contro la linea difensiva dei padroni di casa. I tentativi dello Schalke si concretizzano però al 37′ grazie alla seconda rete stagionale di Neustadter. Il centrocampista ex M’gladbach insacca di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal peruviano Farfan. Gli ospiti potrebbero addirittura chiudere il primo tempo in vantaggio, ma prima Jones e poi Afellay sprecano tutto a poca distanza dal portiere Wiese. A inizio secondo tempo il copione non cambia: lo Schalke si propone in avanti, ma sbatte ripetutamente contro il muro eretto sulla linea di porta dal portiere di casa. Il poco cinismo degli ospiti viene immancabilmente punito al 67′, quando il terzo gol stagionale di Firmino porta nuovamente in vantaggio l’Hoffenheim. Lo Schalke, però, non si arrende e trova al 81′ il pari con Uchida. Quando ormai tutto sembra deciso, ecco in pieno recupero la rete di Schipploch (91′), entrato appena due minuti prima.

BORUSSIA DORTMUND – STOCCARDA I ragazzi di Klopp falliscono l’appuntamento con la seconda vittoria consecutiva e sprecano una ghiotta occasione per avvicinarsi alla terza posizione in classifica, occupata dall’Eintracht Francoforte. Per contrastare uno Stoccarda in salute, forte dei suoi dieci punti nelle ultime quattro partite, il Borussia si presenta con lo stesso undici vittorioso a Friburgo. I sette tiri complessivi in soli dodici minuti di gioco fanno presagire un primo tempo frizzante. Per assistere all’occasione più clamorosa bisogna però aspettare fino alla mezzora, quando un doppio colpo di testa di Hummels viene neutralizzato da uno spettacolare riflesso di Ulreich prima, e da un salvataggio sulla linea di Boka poi. Si va così al riposo sullo 0 a 0. L’eqilibrio non si spezza nemmeno nella ripresa. A sfiorare il vantaggio sono anzi gli ospiti, che hanno una doppia chance con Ibisevic al 74′. Continua, dunque, il momento positivo dello Stoccarda, imbattuto da cinque partite.

 BORUSSIA M’GLADBACH – FRIBURGO In casa M’gladbach sfuma ancora una volta la possibilità di inanellare due successi consecutivi e di rilanciarsi nelle zone più nobili della classifica. A fermare il volo del Borussia è, questa volta, un coriaceo Friburgo. Per la prima volta dall’inizio della stagione il M’gladbach non riesce a trovare la via del gol nel corso dei primi quarantacinque minuti, e un poco spettacolare primo tempo termina a reti inviolate. Succede tutto nel secondo tempo:al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa raggiungono il vantaggio grazie alla rete di Igor De Camargo (49′), ma vengono raggiunti al 77′ da Caligiuri, che regala un prezioso punto ai suoi.

HANNOVER – AUGUSTA Questa volta, l’Hannover riesce a far valere il fattore campo e riscatta la sconfitta casalinga di settimana scorsa contro il M’gladbach. A farne le spese l’Augusta, che rimane sola in fondo alla classifica. L’inizio della gara vede un Augusta disinvolto e capace di imbrigliare il gioco dei padroni di casa, che però non impiegano molto tempo per affermare la propria superiorità. In particolare, il gioco dell’Hannover si sviluppa sulle fasce, ed è proprio grazie al lavoro degli esterni che si materializzano le occasioni migliori. Al 15′ Diouf sbaglia un facile colpo di testa davanti al portiere ospite, ma l’attaccante ha modo di rifarsi appena dieci minuti più tardi, quando capitalizza al meglio l’ennesima folata offensiva di Stindl. Ed è proprio il centrocampista, protagonista di giornata, a chiudere il match siglando il 2 a o a cinque minuti dal termine (85′).

 NORIMBERGA – WOLFSBURG L’effetto della cura Gunther sembra essere già finito. Dopo le due vittorie consecutive tra campionato e coppa di Germania, infatti, i Lupi cadono a Norimberga nel più classico degli scontri salvezza. I padroni di casa, invece, ritrovano la vittoria dopo ben sei partite di campionato e si allontanano momentaneamente dalle zone più pericolose della classifica. Eroe di giornata l’americano Timothy Chandler, che al 77′ regala ai suoi i tre punti, punendo l’atteggiamento troppo rinunciatario degli ospiti.

Marco Venza

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *