Connect with us

Football

Serie Bwin, la Top 11 della 11a giornata

Pubblicato

|

EMPOLI, 2 NOVEMBRE- Trenta reti messe a segno nell’ultimo turno, il  dodicesimo per l’esattezza, di Serie B giocato nella  serata di martedì. Tanti risultati rocamboleschi e decisi nel finale. La capolista Sassuolo ha battuto la Ternana nell’anticipo grazie ad un rotondo 3-1. L’Ascoli trova tre punti fondamentali in casa contro il Novara grazie ai goal di Zaza e Fossati. Il Cesena smuove un po’ la classifica nei bassi fondi battendo il Grosseto. Pareggiano Cittadella e Brescia. Rocambolesco risultato anche all’Ezio Scida di Crotone dove i locali pareggiano 3-3 contro il Verona; match anche qui deciso nel finale, apre le marcature l’Hellas con Martinho, pareggio immediato su rigore di Gabionetta, ancora Hellas al 38’ con Cocco e ancora Crotone a pareggiare a un quarto d’ora dal termine, al 91 il gol di Gomez sembra dare la vittoria agli ospiti, ma alla fine del terzo minuto di recupero ecco la rete incredibile di Maiello per il definitivo 3-3. La Juve Stabia batte la Reggina grazie al goal di Caserta a dieci minuti dal termine. In extremis, il Lanciano acciuffa il pari casalingo contro il Livorno: al gol di Belingheri per il vantaggio amaranto, risponde Volpe al 91°. Reti bianche invece fra Modena e Padova. Nel nuovo impianto di Vercelli i padroni di casa battono 1-0 lo Spezia grazie a Scagli a venti minuti circa dal termine. Pareggiano 1-1 Varese e Vicenza. Clamoroso risultato infine al San Nicola di Bari dove i pugliesi avanti 2-0 grazie a Clayton e Bellomo si vedono ribaltare il risultato dall’Empoli grazie ai goal di Tavano, Pratali e nel finale la zuccata vincente di Tonelli. Proprio l’Empoli è la squadra maggiormente rappresentata nella  di settimana nella nostra Top 11:

PORTA:

Alessandro Iacobucci (Spezia): sfodera interventi strepitosi per blindare la porta spezzina. Capitola solo sul tap-in di Scaglia, ma evita un passivo ben più pesante alla squadra di Serena.

DIFESA:

Francesco Pratali (Empoli): Emblema dell’Empoli “esperienza e linea verde” che espugna Bari. Dopo 20’ da incubo con il resto della sua difesa, si fa valere in avanti con il centro del 2-2;

Bartosz Salamon (Brescia): Emblema del libero moderno, guida bene la difesa a 3 lombarda contro il Cittadella e trova anche il centro del pareggio nel convulso finale;

Luigi Scaglia (Pro Vercelli): A 35 anni proprio non vuole saperne di smettere di macinare chilometri sulla corsia sinistra. Regala la vittoria alla Pro con un gran gol a metà ripresa e affonda lo Spezia al “Piola”;

CENTROCAMPO:

Raffaele Maiello (Crotone): Un assist e soprattutto il gol del definitivo 3-3 contro il Verona, grazie ai quali esalta il pubblico dello “Scida”;

Fabio Caserta (Juve Stabia): Alla faccia di chi lo chiamava “bollito”, trova un altro gol in questo splendido avvio di stagione, decisivo per superare nel finale la Reggina e lanciare gli stabiesi verso la zona-playoff;

Marco Fossati (Ascoli):  da regista, come era etichettato ai tempi della Primavera milanista, a fantasista il passaggio non paga: sfodera una prestazione da urlo, condita dalla rete che manda al tappeto il Novara.

Martinho (Verona): Mandorlini lo “promuove” a esterno alto del tridente offensivo dopo le esperienze da terzino sinistro, e il brasiliano arrivato dal Cesena lo ripaga con una prestazione sopraffina e un gol nel 3-3 di Crotone

ATTACCO:

Mattia Graffiedi (Cesena):  Vien da chiedersi dove sarebbero i romagnoli senza di lui. Contro il Grosseto mette a segno il rigore del 2-2 e semina il panico nelle fila della difesa maremmana nell’assedio finale;

Leonardo Pavoletti (Sassuolo): gol e assist per permettere ai neroverdi la fuga solitaria. Se continua così, la doppia cifra diventerà realtà.

Francesco Tavano (Empoli): Al “San Nicola” è il primo a suonare la carica realizzando il momentaneo 1-2; non molla mai nonostante l’età che avanza;

 

ALLENATORE:

Maurizio Sarri (Empoli): Uomo-copertina dei toscani che rinascono in classifica con 10 punti realizzati nelle ultime 4 partite. La rimonta in quel di Bari accerta la risalita di Tavano e compagni dopo una “falsa partenza” che aveva visto l’ex allenatore del Sorrento a un passo dall’esonero.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending