Connect with us

Football

Copertina SportCafe24: Simone Zaza lancia l’Ascoli verso i playoff

Pubblicato

|

ASCOLI, 1 NOVEMBRE – Una delle squadre più in forma del momento nel campionato cadetto è l’Ascoli che ha raggiunto la parte centrale della classifica a soli 2 punti dalla zona playoff. Uno dei talenti più in evidenza nelle fila dei marchigiani è senza dubbio l’attaccante Simone Zaza che andiamo a conoscere nel dettaglio.

LA CARRIERA – Zaza nasce nel 1991 a Metaponto in Basilicata e a 6 anni entra nella scuola calcio della Stella Azzurra a Bernalda dove risiede in provincia di Matera. Qui viene notato dagli scout dell’Atalanta che, in comune accordo con la famiglia, decide di trasferirlo nella società pisana del Valdera per consentirgli maggiori possibilità di crescita. Nell’estate del 2006 gli orobici lo inseriscono nel proprio settore giovanile per controllare da vicino la maturazione del giovane prospetto che nel 2008 vince il prestigioso torneo Beppe Viola Città di Arco, riservato alla categoria Under 16, di cui è anche il capo cannonniere con 5 reti. Il 1° Marzo del 2009, non ancora diciottenne, debutta in serie A sostituendo Ferreira Pinto a 4 minuti dal termine della gara Atalanta-Chievo Verona e 2 mesi più tardi, il 24 Maggio del 2009, in Atalanta-Palermo parte per la prima volta da titolare in un confronto della massima serie. Ancora un anno e nel Luglio del 2010 si svincola dalla società lombarda e sottoscrive un contratto di 4 anni con la Sampdoria e nella stagione 2010/2011 colleziona 2 presenze, una delle quali nella sconfitta per 1-0 patita il 16 Febbraio del 2011 nel derby contro il Genoa. L’anno successivo i dirigenti del sodalizio blucerchiato decidono di mandarlo in prestito e Zaza si traferisce alla Juve Stabia in serie B dove però nella prima parte della stagione scende in campo solo 4 volte senza mai entrare nel tabellino dei marcatori. Molto meglio va da Gennaio in avanti nell’esperienza al Viareggio dove gioca 16 partite di campionato e 2 dei playout realizzando complessivamente 11 reti. L’ottimo scampolo di stagione disputato in Toscana attira sul giovane attaccante le attenzioni di diverse squadre del torneo cadetto e a spuntarla è l’Ascoli che lo preleva dalla Sampdoria nuovamente a titolo temporaneo. L’inizio di questa stagione è decisamente positivo in quanto la punta di origini lucane in 11 apparizioni sul terreno di gioco mette a segno 5 realizzazioni che consentono di stabilizzare i bianconeri marchigiani a centro classifica, lontani dalla zona calda della stessa. La migliore prestazione del giovane talento è stata senza dubbio quella dell’ultimo turno di campionato in cui ha contribuito alla netta affermazione dell’Ascoli sul Novara grazie ad una rete giunta dopo una bella combinazione con Feczesin e a un assist che ha consentito il raddoppio di Fossati. Nella gara contro i piemontesi Zaza ha rappresentato inoltre un pericolo costante per la retroguardia avversaria che è stata spesso in difficoltà a causa delle pericolose iniziative della punta ascolana.

LE NAZIONALI E IL PROFILO TECNICO – Zaza in questi suoi primi anni di carriera ha anche suscitato le attenzioni dei tecnici federali delle nazionali giovanili che lo hanno convocato nelle rappresentative Under 16, Under 17 e Under 19. Sono in tutto 6 le presenze dell’attuale attaccante dell’Ascoli delle quali 3 in Under 16, 2 in Under 17 e 1 in Under 19 senza però alcuna rete all’attivo. Dal punto di vista tecnico il giocatore lucano è un attaccante completo, con un grande senso del goal, ed è anche in grado di partecipare alla manovra della squadra favorendo gli inserimenti dei centrocampisti. Molto dotato sul piano della corsa calcia preferibilmente con il destro ma se la cava anche con il sinistro e in acrobazia. Legato alla Sampdoria da un contratto in scadenza nel Giugno del 2014 è molto probabile un ritorno alla casa madre alla fine di questa stagione e, se le prestazioni dovessero continuare ad essere di alto livello come stato nelle prime giornate di questo campionato, potrebbe anche arrivare il prolungamento dell’accordo con la società ligure che avrebbe tutto l’interesse ad evitare di lasciare andare in scadenza un talento giovane e interessante come si sta rivelando Zaza.

a cura di Mauro Leone

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending