Connect with us

Napoli

Calciomercato Napoli, pazza idea: Huntelaar vice-Cavani

Pubblicato

|

NAPOLI, 30 OTTOBRE – L’ultimo stop del “Matador” ha riportato alla luce in vecchio problema in casa-Napoli, la ricerca di un vice-Cavani all’altezza. Si pensava di aver posto rimedio lo scorso gennaio, con l’arrivo per oltre 12 milioni di euro di Edu Vargas, che aveva fatto sfraceli nella precedente Libertadores. Ma l’impatto col calcio italiano non è stato dei migliori, e anche in assenza dell’uruguagio Mazzarri non lo schiera.

Urge dunque un vero bomber e possibilmente già pronto: ed ecco che nella lunga fila presso il market degli svincolati di lusso si aggiunge anche il Napoli: nel carrello cercasi posto per Huntelaar.

FIDARSI E’BENE, NON FIDARSI E’MEGLIO: MAZZARRI VA SUL SICURO – Walter Mazzarri non è mai stato noto per la fiducia ai giovani e nei confronti di chi va in panchina. Punta forte su 11/15 giocatori, confida in quelli e per gli altri restano le briciole.

Metodo discutibile, visti i risultati in Europa League: come motivare una squadra nella sua interezza se si ripone fiducia sempre nei soliti? Ciò nonostante da 3 anni il Napoli del tecnico toscano vola, e dunque avanti così. Ma un salto di qualità come quello richiesto dalla piazza e dal suo ambizioso Presidente necessita di vedute più ampie: l’assenza di Cavani la sentirebbe chiunque, questo è ovvio, ma le batoste prese in Europa, e la fatica fatta domenica contro il Chievo in casa, gettano ombre e apre a riflessioni sulla competitività e la larghezza dell’intera rosa partenopea. Edu Vargas doveva rappresentare l’alternativa come prima punta, ma Mazzarri li preferisce Insigne, tanto è scarsa la fiducia riposta nel cileno. E anche domani a Bergamo l’azzurro giocherà in coppia con Pandev: certificata la non affidabilità di Vargas, occorre trovare un sostituo all’altezza del Matador.

Ecco dunque perchè il Napoli, in linea con le sue ambizioni, si mette in fila per Huntelaar in scadenza il prossimo giugno con lo Schalke 04. L’ingaggio, soprattutto se considerata la concorrenza, rischia di finire fuori budget per De Laurentiis; ecco dunque che il Patron potrebbe anticipare tutti portando l’olandese già dal prossimo gennaio a Napoli.

Un acquisto che sarebbe limitativo giudicare semplicemete nell’ottica di un vice: non solo per le eccellenti doti realizzative del “cacciatore“, ma anche per una duttitlità tecnico-tattica sua e di Cavani, che li consenitrebbe sia a partita in corso che dal primo minuti di giocare insieme.

Che il top player atteso in Italia giunga nella destinazione più inaspettata?

Orazio Rotunno

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending