Redazione

Russian Premier League, Il Cska scavalca l’Anzhi

Russian Premier League, Il Cska scavalca l’Anzhi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I rossoblù battono il Terek Grozny e si portano al comando

MOSCA, 29 OTTOBRE – L’Anzhi non è più la capolista della Russian Premier League. La squadra del Daghestan, battuta per 2-1 dal Rubin Kazan, ha ceduto lo scettro al Cska Mosca. I ragazzi di Guus Hiddink sono caduti sotto i colpi di Kuzmin al 5′ e Kasaev al 19′, che hanno reso vano il momentaneo pareggio firmato Traoré al 10′. La squadra della capitale ne ha aprofittato, vincendo il big match d’alta quota contro il Terek Grozny e imponendosi come, al momento, prima concorrente della formazione di Makhachkala. I rossoblù hanno vinto in Cecenia grazie alle reti di Honda al 25′ e Wernbloom e all’88’ , dopo essere passati in svantaggio all’8′ a causa di Ailton Almeida. Caduta che permette allo Zenit di prendersi il terzo posto, in virtù dell’affannosa imposizione sull’Alaniya per 3-2. I giallorossi erano riusciti a ribaltare il risultato con una doppietta di Khozin tra il 34′ e il 44′, ma alla fine gli uomini di Luciano Spalletti hanno prevalso grazie alle marcature di Bystrov al 13′ e soprattutto alla doppietta di Kerzakhov tra il 71′ e l’88’ minuto. Balzo in avanti del Kuban, che liquida di misura il Rostov e sale in quinta posizione. L’incontro di Krasnodar è stato deciso dalla rete di Popov al 78′. Terza vittoria negli ultimi quattro incontri per i gialloverdi. L’altra squadra della città meridionale ha invece raccolto un punto in casa del Volga, che si mantiene imbattuto dopo essere tornato alla vittoria nello scorso turno. Al 79′ l’ex Sampdoria e Bari Koman ha ripreso il fanalino di coda del torneo, inizialmente in vantaggio per via della rete di Bibilov al 64′.

Risale anche lo Spartak, che torna alla vittoria dopo due ko di fila, battendo il Mordovia per 2-0 grazie agli squilli di Jurado al 42′ e Bilyaletdinov al 65′. Ormai in astinenza di successi da quattro partite di fila, la Lokomotiv non riesce a battere nemmeno l’Amkar Perm, passato per 2-1 per via dei gol di Peev al 25′ e di Picusceac al 95′, che beffa i moscoviti illusi dal pari di Pavlyuchenko al 36′. Chiude il quadro la quinta gioia stagionale della Dinamo, vittoriosa all’Arena Khimki sul Krylya Sovetov grazie alla rete di Kokorin al 13′. Terzo gol nelle ultime due partite per l’attaccante classe 1991, fondamentale nella risalita della sua squadra verso il centro classifica.

CLASSIFICA: 30 Cska Mosca; 29 Anzhi; 27 Zenit; 25 Terek Grozny; 22 Spartak Mosca e Kuban Krasnodar; 21 Lokomotiv Mosca e Rubin Kazan; 18 Amkar Perm; 16 Krasnodar; 15 Dinamo Mosca; 13 Krylya Sovetov;  10 Alaniya e Rostov; 8 Mordovia e Volga.

MARCATORIMovsisyan (Krasnodar), Danilo Neco (Alaniya) e Kerzakhov (Zenit); 7 Eto’o (Anzhi) e Traoré (Anzhi); 6 Natcho (Rubin Kazan), Kokorin (Dinamo) e Honda (Cska).

Alessio Tuveri – @aletuve

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *