Redazione

Champions League, Borussia Dortmund-Real Madrid 2-1

Champions League, Borussia Dortmund-Real Madrid 2-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ora il Gruppo D si tinge di giallo

Lewandowski, cinico nell’occasione del gol

DORTMUND, 24 OTTOBRE – Ci si aspettava un bianco bagliore nel profondo giallo. Ma nella fantastica cornice del Signal Iduna Park di Dortmund, che i nostalgici continuano a chiamare Westfalenstadion, il Real non ha brillato. Partita maschia, intensa, veloce, ma non pirotecnica come ci si attendeva. Il Real gioca a sprazzi, il Borussia martella con più costanza e alla fine prevale grazie a un cinico Lewandowski e alle serpentine di Goetze. Di Schmelzer il gol decisivo, Cristiano Ronaldo segna ma non incanta. Il Real si consola con le notizie che giungono da Amsterdam, dove il Manchester City viene sorprendentemente travolto dall’Ajax. Ottime notizie anche per i tedeschi, ora primi nel girone davanti ai blancos che tuttavia mantengono un buon margine sugli inseguitori. Kakà resta in panchina per 90′ nonostante l’ottima prova di AmsterdamÖzil gioca (male) tutta la partita.

Il Real affronta la partita in emergenza difensiva, per la contemporanea assenza di 3 laterali: Arbeloa, Marcelo e Coentrao. Essien si adatta al ruolo di esterno sinistro basso, con Ramos a destra e Varane centrale. Mourinho spera che basti a reggere l’urto offensivo tedesco, con Reus (in formissima), Goetze e Lewandowski pronti a sfruttare ogni indecisione. Nei blancos rientra Khedira a far coppia con Xabi Alonso, Özil titolare accanto a Di Maria e Cristiano Ronaldo, a supporto di Benzema. Il Borussia si affida alla collaudatissima coppia Subotic-Hummels per arginare cotanta nobiltà.

PRIMO TEMPO – Solita fase di studio in partenza, poi come due pugili le squadre iniziano a suonarsele: prima il Real al 4′ con Özil che non riesce a sfruttare un interessante cross di Ronaldo sul primo palo, poi il Borussia al 10′ che costringe Casillas a una difficile parata su tiro di Kehl. Il Borussia alza la pressione, intanto Modric si alza dalla panchina. Khedira è a terra dolorante e viene sostituito dal croato. Siamo al 19′. Squadre corte, il Real gioca largo per superare il muro tedesco. Al 22′ Di Maria in area danza sulle punte, piroetta e gran tiro di sinistro. Alto. All’argentino evidentemente non basta, dopo 3′ riprova da più lontano. Ancora alto. Il Borussia non ci sta, al 27′ si riporta in avanti e ancora con Kehl di sinistro dal limite dell’area impegna Casillas. Sicuro il portiere spagnolo. Le due squadre ora si scrutano, qualche affondo in un clima di prudenza. Goetze sembra tonico e Piszczek per il momento tiene su Ronaldo. La quiete prima della tempesta: al 35′ erroraccio di Pepe che si fa rubare la palla da Kehl, passaggio per Lewandowsky che non perdona. 1-0 Borussia, ma la gloria dura 2′: Weidenfeller restituisce il favore ai blancos, legge male il passaggio di Özil che imbecca Ronaldo. Facile per lui scavalcare lo sciagurato portiere tedesco in uscita. Tutto come prima, 1-1 ma la sensazione è che la partita possa decollare da un momento all’altro. Goetze al 44′ e Ramos al 45′ confermano l’impressione, rendendosi pericolosi. Si va all’intervallo con l’acquolina in bocca.

SECONDO TEMPO – Dopo i numerosi botta e risposta del primo tempo, le squadre scendono in campo per la ripresa decise a far loro l’intera posta. I giocatori del Real scivolano di continuo, forse sbagliata la scelta dei tacchetti. Maggior “trazione” per i tedeschi, che sembrano in piena fiducia, Goetze lo è in particolare e al 49′ prova a sorprendere Casillas su assist di Piszczek. Splendida risposta del portierone. Il Real reagisce e con Di Maria al 54′ sfiora il palo su splendida assistenza di Benzema. Cresce il francese, che dopo 1′ tenta di deviare un cross dalla sinistra di Essien, ma non riesce. I blancos ora ci credono, a anche i problemi di equilibrio sembrano superati. Ma la partita non cessa di sorprendere: al 63′ cross dalla destra, Casillas esce col pugno ma non allontana granché, la palla arriva a Schmelzer che di sinistro la schiaccia a terra e coglie l’angolino ad incrociare. Borussia avanti 2-1, il Signal Iduna Park è una bolgia. Il Real reagisce scomposto ma incredibilmente non produce occasioni clamorose: solo un tiro a lato di Di Maria (siamo già all’85’) e un colpo di testa di Essien al minuto 88. I tedeschi portano a casa la partita ed è il giallo del Borussia ad abbagliare la serata di Champions.

UOMO PARTITA SportCafé24: Goetze, davvero un bel giocatore. Tonico, veloce e tecnico sguscia a chiunque cerchi di affrontarlo e impegna Casillas a più riprese. Sembra sentire molto l’incitamento del pubblico e ricambia con una prestazione da vero leader.

BORUSSIA DORTMUND 2 (35′ Lewandowski, 63′ Schmelzer)
REAL MADRID 1 (37′ Cristiano Ronaldo)

Le Formazioni

BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Weidenfeller; Piszczek, Subotic, Hummels, Schmelzer; S. Bender (66′ Gündogan), Kehl; Reus (91′ Perisic),  Goetze (86′ Schieber), Grosskreutz; Lewandowski  A disp.: Langerak, Santana, Leitner, Löwe All.: Klopp

REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas; S. Ramos, Pepe, Varane, Essien; Khedira (19′ Modric),  Xabi Alonso; Di Maria, Özil, Cristiano Ronaldo; Benzema (72′ Higuain) A disp.: Adàn, Albiol, R. Carvalho, Kakà, Callejòn All.: Mourinho

Ammoniti: Gündogan (BD) S. Ramos, Xabi Alonso (RM)
Espulsi: nessuno
Arbitro: Viktor Kassai (HUN)

Andrea Cioli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *