Redazione

Lega Pro, il punto sui campionati dopo l’ottava giornata

Lega Pro, il punto sui campionati dopo l’ottava giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 23 OTTOBRE – Va in archivio un’altra giornata dei campionati di Lega Pro che, come di consueto, ha regalato partite emozionanti ed avvincenti. Approfondiamo dunque la situazione dei campionati di Prima e di Seconda Divisione.

PRIMA DIVISIONE – Fermo il girone B che ha osservato un turno di riposo i riflettori erano puntati sul girone A dove il Lecce continua a farla da padrone per un dominio assoluto che nessun’altra squadra sembra essere in grado di contrastare. In questo turno i salentini hanno espugnato il difficile campo del Trapani per 1-0 grazie ad una rete del capocannonniere Foti ed hanno portato a 8 punti il vantaggio sulle più immediate inseguitrici, la Virtus Entella e il Carpi. I liguri sono stati fermati sullo 0-0 a domicilio dalla Cremonese mentre gli emiliani hanno battuto tra le mura amiche il Lumezzane per 1-0. La vittoria dei biancorossi è giunta al 94′, a pochi secondi dal fischio finale dell’arbitro, grazie ad una rete di Ferretti dopo che i carpigiani avevano fallito durante la gara parecchie occasioni per sbloccare il risultato. Ad un punto dal secondo posto salgono il Portogruaro e il Sudtirol che hanno espugnato rispettivamente i campi di Cuneo e Treviso confermando il loro ottimo momento di forma che vede i veneti ancora imbattutti dall’inizio del campionato e i tirolesi giunti alla terza vittoria nelle ultime 4 gare. In coda ennesimo pareggio dell’Albinoleffe, il sesto in 8 gare, che è comunque l’unica compagine a raccogliere dei punti in quanto Treviso, Tritium e Cuneo perdono in casa e rimangono rispettivamente a 1, 3 e 5 punti con la Reggiana che, grazie al punticino conquistato proprio contro l’Albinoleffe, sale a quota 7 agganciando il San Marino che osservava il turno di riposo.

SECONDA DIVISIONE – Nel girone A di Seconda Divisione il big match era il confronto tra il Forlì e la Pro Patria che non ha tradito le attese avendo regalato gioco e 4 reti equamente divise tra le due formazioni. I romagnoli sono passati per due volte in vantaggio ma i lombardi non si sono scomposti e sono riusciti a riequilibrare la gara in entrambe le occasioni. Il pareggio tra due sicure protagoniste della lotta per la promozione ha fatto il gioco del Savona che ha regolato in casa l’Alessandria per 1-0 e si è portato solitario in vetta a quota 19 punti. Vittoria sofferta quella dei liguri che sono passati subito in vantaggio con l’ennesimo centro di Virdis, giunto a 12 reti in campionato, e che hanno rischiato quando Degano ha fallito il rigore del possibile pareggio dei grigi. A 2 lunghezze dal Savona segue il Forlì che precede di altri 2 punti la coppia formata da Castiglione e Renate che hanno avuto al meglio sul Santarcangelo in casa per 1-0 e sul Fano per 3-2 in trasferta. Nella zona calda piccolo passo avanti del Casale che pareggia al “Palli” per 2-2 contro il Rimini e raggiunge a quota 3 lo stesso Fano e il Milazzo, battuto per 3-1 a Bellaria. Un punto sopra troviamo il Valle d’Aosta, sonoramente sconfitto in casa per 5-0 dal Monza, mentre a 6 punti il Rimini tallona Santarcangelo e Giacomense che al momento sono fuori dalla zona playout. Nel girone B vola solitaria l’Aprilia che batte nettamente il Teramo per 3-0 collezionando la quarta vittoria consecutiva, la settima in 8 partite. Gli ospiti hanno retto per un tempo ma nella ripresa le reti di Marfisi, Corsi e Gomez hanno consentito ai laziali di ottenere l’intera posta in palio e di portare a 5 lunghezze il vantaggio sul Pontedera, secondo in classifica. I toscani sono stati fermati nel big match di giornata dal Poggibonsi, ora terzo in classifica a -2 dai rivali di giornata, in un derby equilibrato e senza tantissime emozioni che si è concluso su un pareggio a reti bianche sostanzialmente giusto. In zona playoff da segnalare la quarta vittoria consecutiva della Salernitana, 2-0 in trasferta contro l’Hinterreggio, che affianca in quarta posizione, a un solo punto dal terzo posto, il Martina Franca sconfitto clamorosamente in casa per 4-2 dal Fondi. I laziali, con il colpaccio in casa dei pugliesi, hanno abbandonato l’ultimo posto che adesso è occupato dall’Hinterreggio con soli 3 punti mentre il Fondi aggancia a quota 5 il Campobasso e la Vigor Lamezia che hanno ottenuto un punto contro l’Aquila e il Foligno. Proprio gli umbri, a loro volta, chiudono la zona playout precedendo di una lunghezza il terzetto formato da molisani, calabresi e laziali.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *