Connect with us

Football

Juventus, pace tra tifosi e società : contro il Napoli lo Stadium tornerà un’arma

Pubblicato

|

TORINO, 19 OTTOBRE – La parola d’ordine in casa Juventus è stata tempestività. Il presidente Agnelli, il dg Marotta e tutto il cucuzzaro, hanno preso in mano le redini e deciso che la situazione andava risolta. La partita di sabato è troppo importante, la partita di Champions seguente è troppo importante, la stagione è troppo importante. E una cosa è chiara: i bianconeri non possono fare a meno della bolgia targata Juventus Stadium. Già, perchè s’è visto chiaramente che senza il supporto dell’ innovativo stadio torinese, si fa fatica.

PACE FATTA Il tifo organizzato era in protesta serrata. Colpa dei prezzi obiettivamente troppo elevati dei biglietti e di un divieto abbastanza inusuale concernente i bandieroni da stadio. Così, la società bianconera è venuta incontro alle richieste dei suoi tifosi, modificando i tempi e i costi di vendita dei tagliandi: per gli abbonati sarà possibile fin da ora acquistare i biglietti per i prossimi incontri casalinghi di Champions League contro Nordsjaelland e Chelsea. Ulteriori sconti poi, da 5 a 25 euro a seconda del settore, per gli stessi abbonati; altri ancora per gli studenti e per gli Under 16. Insomma, tutto il possibile per far tornare agli ultrà la verve e l’entusiasmo che quasi spingevano gli 11 in campo.

BOLGIA Un’ altra bella trovata anche per tutti gli altri tifosi sarà quella dell’ “accoppiata”, che permetterà di acquistare due biglietti ad un prezzo ridotto rispetto a quello di uno singolo. Sia chiaro che la Juventus non può dipendere dal suo stadio. Una squadra forte e vincente è tale quando impone il proprio gioco e porta a casa i tre punti a prescindere dal campo, dagli spalti o da qualsivoglia situazione si presenti attorno. Ciò non toglie però che, soprattutto sabato, lo Stadium sarà fondamentale. I 41000 sono pronti a incitare i propri beniamini nel match scudetto.

Antonio Fioretto

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending