Luca Guerra

Maradona lascia la compagna incinta? L’avvocato della donna smentisce

Maradona lascia la compagna incinta? L’avvocato della donna smentisce
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'ex "Pibe de Oro" parte da solo per Dubai. I rumors raccontano di un abbandono della Ojeda, sua compagna da 8 anni, incinta. Il legale della donna smentisce.

Maradona, idolo napoletano

MILANO, 18 OTTOBRE – In carriera è stato un grandissimo calciatore, per molti il più grande di tutti i tempi, ricordato da tutti per i suoi colpi di genio. Fuori dal campo si fa invece notare da anni di più per i suoi…colpi di testa.Parliamo di Diego Armando Maradona.

L’ex “Pibe de Oro” ne ha fatta un’altra delle “sue”:  secondo il giornale argentino “Cronica”, Maradona avrebbe infatti deciso di non riconoscere il figlio di Veronica Ojeda, sua compagna da otto anni, e di non dare il suo cognome al bambino in arrivo. Il quotidiano sudamericano racconta sulle sue colonne di “separazione scandalosa” e di gesto “suggerito” dall’ex moglie Claudia Villafane e dalle due figlie Dalma e Gianinna.

Il giornale sudamericano parla, infatti, di “un impegno fra le parti per impedire a Diego di avere un’altra famiglia”. “L’inizio della fine è stato quando è stata resa nota la notizia della gravidanza di Veronica. In quel momento sono comparse tre persone che hanno reso impossibile la vita di Maradona”, scrive “Cronica”. Così l’ex 10 di Argentina e Napoli ha deciso di partire da solo per Dubai.

In serata è arrivata però arrivata la smentita dell’avvocato della Ojeda circa la rottura tra Maradona e Veronica. Il legale della donna, Alberto Dominguez, ha spiegato che i due “non si siano lasciati” e che “Diego è partito da solo per Dubai perché quella di Veronica è una gravidanza delicata. Per lei è stato meglio evitare un viaggio così lungo”.

Dove la verità? Nella settimana di Juventus-Napoli, all’ombra del Vesuvio siamo certi che un pizzico di attenzione sarà dirottato anche verso le “gesta” fuori dal campo dell’ex-campione argentino.

A cura di Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *