Orazio Rotunno

Calciomercato Fiorentina: scelto Ramirez per il dopo Jovetic

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

FIRENZE, 17 OTTOBRE – Che questa possa essere l’ultima stagione in maglia viola di Jovetic è praticamente certo. Su chi ne sarà l’erede, fosse per la dirigenza, regnerebbe la stessa certezza. Gaston Ramirez, in estate passato al Southampton per 14 milioni di euro, è visto tatticamente, tecnicamente e per età, il sostituto ideale del montenegrino.

40 MILIONI PER JOVETIC, LA META’ PER RAMIREZ: A MENO NON SI TRATTA – Se i Della Valle hanno arduamente resistito alle numerose avances per Jojo in estate, certo non potranno venderlo tra un anno chiedendo le stesse cifre. Soprattutto con questo Jovetic, potenzialmente con numeri da capocannoniente, e con questa Fiorentina. L’aumento di livello del club va di pari passo con la quotazione del giocatore: qualcuno allora si chiederà se a questo punto la stessa partenza di Jovetic possa essere messa in dubbio. la risposta è no, Toni nel 2006 promise di aiutare la viola ancora per un anno, prima del passaggio al Bayern. Fece sfraceli, la Fiorentina andò bene, ma lui partì. Se 30 erano i milioni chiesti da Pradè in estate, l’anno prossimo non potranno che essere 40, come minimo. La volontà del giocatore di andar via a tutti i costi potrebbe però complicare i piani della dirigenza, consentendo alle pretendenti di offrire meno in vista di una guerra fra giocatore e società. Ecco perchè già da oggi si lavora per cercare chi ne raccoglierà la difficile eredità: Gaston Ramirez da tempo è sul taccuino degli osservatori gigliati, un anno più giovane del montenegrino, stesso ruolo e caratteristiche, meno concreto ma con ampi margini di miglioramento anche da questo punto di vista. L’anno in Premier potrebbe lanciarlo, o far crollare la sua quotazione in caso di difficile ambientamento.

Difficile capire cosa si augurano dalle parti di Firenze, ma le qualità dell’uruguagio sono indiscusse ed in Italia ha già dimostrato di saper fare la differenza.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *