Connect with us

Prima Pagina

Calciomercato Roma: De Rossi può partire, per Jung in difesa è sfida con l’Inter

Pubblicato

|

ROMA, 17 OTTOBRE – Daniele De Rossi è il nome caldo degli ultimi giorni. Al centro delle polemiche per l’esclusione contro l’Atalanta e a segno nelle due uscite con la Nazionale sembra aver su di sé tutti i riflettori. Le voci di una sua possibile cessione si fanno di giorno in giorno più insistenti e che la società voglia far cassa non è un mistero.

PSG E MANCHESTER CITY LO CERCANO – De Rossi è forse uno dei più forti centrocampisti in Europa nel suo ruolo, capace di difendere e di attaccare, oltre che di guidare la squadra. Per questo a Roma lo vedono (vedevano?) come “Capitan Futuro” ma ora pare plausibile che davanti a un’offertona possa davvero partire. Il City lo cerca da tempo, l’ultima volta in estate quando aveva messo sul piatto 25 milioni ma non se n’era fatto nulla perché lui non era convinto del trasferimento. Ora c’è stato un avvicinamente del PSG. Le due uniche squadre che possono spendere queste cifre al momento e offrire a De Rossi un contratto importante (a Roma guadagna 6 milioni netti a stagione). Le dichiarazioni di stima da parte di Ancelotti sono un chiaro segnale di avvicinamento e da qui a gennaio sono attesi nuovi sviluppi.

LE ALTRE TRATTATIVE GIALLOROSSE – Il reparto dove la Roma ha assolutamente più bisogno è la difesa, in particolare si cerca un terzino destro. Il nome è quello di Sebastian Jung dell’Eintracht Francoforte. Il difensore classe 1990 andrà in scadenza a giugno e servono circa 6 milioni per averlo e battere la forte concorrenza dell’Inter, e anche la Juventus era interessata al ragazzo.
Dovesse fallire l’assalto a Jung si pensa a Santon, ora al Newcastle, che ha già esperienza nel calcio italiano.
Negli ultimi giorni si è parlato anche di Manolev, esterno del PSV a cui non dispiacerebbe mettersi alla prova in un campionato più competitivo di quello olandese e soprattutto di Dzagoev. Il CSKA chiede intorno ai 30 milioni, quindi il suo arrivo sarebbe subordinato all’eventuale cessione di De Rossi.

Simone Calucci

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending