Redazione

Italia, Prandelli: “Non siamo in Brasile, ma solo più sereni”

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Balotelli:”San Siro? Che emozione”

MILANO, 17 OTTOBRE – E’ stata una gran bella serata, che chiude questa finestra dedicata alla nazionali, almeno per questo anno solare 2012, con due vittorie per l’Italia e ci fa stare più sereni, come dice lo stesso Prandelli post gara: “Non siamo assolutamente con un piede in Brasile, ma solo più sereni. C’è ancora tanto da migliorare, quando gli avversari la mettono sul fisico si possono trovare delle difficoltà. ”. Il Ct analizza poi la partita: “Non abbiamo avuto continuità ma ho visto lo spirito di una grande squadra. Abbiamo avuto qualche difficoltà iniziale, loro palleggiavano e noi li aspettavamo, poi per 10′ abbiamo giocato un ottimo calcio e meritato due gol. Poi è arrivato quel gol nel finale di primo tempo che poteva complicarci la gara. Quando siamo rimasti in 10 (per l’espulsione di Osvaldo al 16′ st, ndr), siamo rimasti ordinati e non abbiamo rischiato quasi nulla”. Continua poi l’analisi sulla prestazione di Balotelli: “Deve giocare sempre in questo modo. Si è mosso con generosità, poi ha qualità incredibili”. Prandelli conclude con un complimento per i suoi ragazzi: “E’ stato molto complicato tenere la squadra concentrata per queste due partite, ma per l’ennesima volta questi ragazzi non sono stati bravi, ma di più”.

A parlare è anche l’eroe della serata, Mario Balotelli, il figliol prodigo che torna a casa, e lo fa con parole al miele:”San Siro è lo stadio più bello, quello che dà più emozioni. Negli stadi inglesi l’atmosfera è differente, ma San Siro è un grande stadio, fosse stato pieno sarebbe stato meglio”. Sul suo gol: ” E’ stato importante”. Continua poi l’analisi della gara ed elogi i suoi compagni di squadra:”Speravo di vincere questa partita, non è stato facile, siamo andati avanti ma loro sono riusciti a far gol negli ultimi secondi del primo tempo. Il mio gol è stato importante”. Su Osvaldo dice:”Mi trovo molto bene con lui in attacco, nella ripresa da unica punta tutti i palloni arrivavano a me, ma con lui mi trovo benissimo”. Conclude dicendo di sentirsi importante per questa squadra: “Mi sento molto importante come lo siamo tutti, se vogliamo fare bene anche ai Mondiali serve un gruppo forte. Io non ho problemi, le responsabilità mi piacciono”.

Anche Morgan De Sanctis interviene ai microfoni, e lo fa da quelli di Rai Sport: ”Ho saputo di giocare questa mattina dall’allenatore dei portieri e poi dal ct Prandelli. Non e’ stata una scelta improvvisa e ho avuto la possibilita’ di prepararmi fisicamente e mentalmente”. Il portiere napoletano racconta cosi l’emozione di essere titolare in Nazionale: ”Come ha fatto a restar tranquillo dopo le discussioni della vigilia? Ieri sera mi sono confrontato con la stampa e nonostante i giornalisti raccolgano l’umore della gente, non credo ci sia malizia. Sono appuntamenti importanti quelli della nazionale, se si vuole riempire una piazza a giugno per la coppa, si deve partire da questi match. Pensiamo troppo al campionato, la maglia azzurra in realta’ e’ un privilegio”. Un’ultima battuta sul match di sabato sera: ”Juve-Napoli? Il mio software non mi permette di parlarne, e’ programmato perche’ io ne parli solo da dopo mezzanotte”.

Anche lui è stato tra gli eroi della serata, stiamo parlando di Riccardo Montolivo, autore di una gran bella rete: “L’allenatore non mi chiede di fare gol, ma di dare equilibrio alla squadra, di interdire, impostare, il gol e’ qualcosa in piu’, ma se arriva non guasta e stasera con due gol in 5′ abbiamo cambiato l’inerzia della gara”.

Infine rassicurazioni sull’infortunio occorso a Marchisio ci vengono date dal medico dello staff azzurro, Enrico Castellacci, che poi parla anche di Buffon: Marchisio ha subito una sublussazione alla spalla sinistra che e’ subito stata ridotta. Per quanto mi riguarda non e’ assolutamente a rischio. Buffon? L’ho visto bene”.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *