Connect with us

Calcio Estero

Calciomercato Roma, Ancelotti: “De Rossi? Magari a gennaio”

Pubblicato

|

ROMA, 16 OTTOBREDaniele De Rossi sarà l’uomo mercato per gennaio. Forse. Si, perché questa frizione con Zeman lascia ampi margini di immaginazione a diversi club che hanno la possibilità di spendere: su tutti il Psg dello sceicco Al Thani, che con i suoi petroldollari ha davvero pochi rivali come Manchester City. Barcellona e Real Madrid possono competere solo sul blasone in questo momento.

Una situazione davvero strana per “Capitan Futuro”, che in estate ha sposato appieno il progetto giallorosso, rifiutando offerte importanti dal punto di vista professionale ed economico, ed ora si ritrova addirittura ai margini in lotta per conquistarsi un posto da titolare e con “l’accusa” di essere poco professionale.

Dunque Psg alla finestra, Leonardo pronto ad approfittare delle debolezze altrui ed a sferrare l’offerta decisiva per far traballare qualsiasi giocatore e società con le sue offerte irresistibili, come è successo quest’estate con il Milan.

Sulla questione ha detto la sua anche il tecnico del Psg, Carlo Ancellotti, che intervenendo ai microfoni della trasmissione di Radio Montecarlo, “Teo in tempo reale”, dice: “De Rossi è un grande centrocampista ed è normale che sia associato al Psg dato che è uno dei pochi club che può spendere. Adesso non se ne parla, ma magari a gennaio“. Continua dicendo: “De Rossi non ha giocato con l’Atalanta, ma credo sia stata una decisione del momento. E’ un grande centrocampista ma mi risulta che il mercato in questo momento è chiuso. Se ne potrà parlare semmai a gennaio. Zeman lo ha accusato di scarso impegno nell’allenamento? E’ una campana, bisognerebbe sentire l’altra. Non credo che De Rossi sia d’accordo su questa sentenza. Mi sembra sia sempre stato un giocatore molto professionale”.

Il tecnico italiano viene stuzzicato anche sulle presunte voci di un ritorno al Milan di Zlatan Ibrahimovic: “Lì si è trovato bene ma è contento del nostro progetto. E’ un professionista molto serio e adesso si sta comportando benissimo. E’ normale che uno che è stato al Milan parli bene del Milan perché il Milan come società ti dà la possibilità di esprimerti al meglio e Ibra ha fatto una dichiarazione dicendo che è stato benissimo. La stessa cosa la potrei dire io senza problemi. Poi come spesso succede si fanno i ricami e si dice che Ibrahimovic vuole tornare. Io credo che Ibrahimovic sia contentissimo di stare qua perché c’è un progetto importante, poi il futuro chi lo conosce?”.

Difficilmente ibra potrà tornare al Milan, almeno nell’immediato, soprattutto per una questione economica. E’ più facile, e probabile, che De Rossi possa andare a giocare sotto la Tour Eiffel.

Massimiliano di Cesare

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending