Redazione

Export italiano, negli USA quattro prodotti su cinque sono contraffatti

Export italiano, negli USA quattro prodotti su cinque sono contraffatti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

NEW YORK, 12 MARZO – Quattro prodotti italiani su cinque importati all’estero sono contraffatti e riportati con un marchio fasullo o copiato. E’ un dato preoccupante e fortemente dannoso per il nostro paese quello che sorge da un’analisi effettuata negli Stati Uniti.

Recandosi presso un qualsiasi negozio di alimentari e acquistando diversi prodotti venduti al pubblico come italiani, si potrebbe incappare in una brutta sorpresa. Molte aziende mettono sul mercato prodotti con un marchio molto simile a quello della azienda madre, ma che varia per una consonante o per una parola. Questi prodotti vengono esposti sugli scaffali dei vari negozi con la denominazione in italiano: purtroppo, però, la maggior parte delle volte è tutto un inganno.

Le ripercussioni legate a questa vicenda sono pesanti e potrebbero avere conseguenze: alcuni marchi come il “Parmigiano” o il “San Daniele” sono legati a prodotti DOP (Denominazione Origine Protetta) e su di essi vige una normativa molto precisa e da rispettare in modo rigoroso. Da non sottovalutare soprattutto il danno economico provocato all’Italia: secondo recenti stime l’Italia, dal suo export negli USA, guadagna circa 2,5 miliardi di Euro. Se non dovessero essere venduti prodotti contraffatti, il guadagno salirebbe a circa 12,5 milardi. La differenza è notevole.

Chi viene danneggiato nel modo peggiore, in tutto questo, è il produttore il quale, in tempi di crisi, non viene certo aiutato da questa contraffazione selvaggia, fenomeno che sta prendendo piede progressivamente e purtroppo non solo negli Stati Uniti.

Nicolò Bonazzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *