Antonio Foccillo

Italia, Prandelli : ”Nessun trattamento di favore alla Juventus”.

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

'' Nessun trattamento di favore, gioca chi merita'' . Su Ranocchia : '' Non condanniamo prima della giustizia '' . E intanto si fermano sia Balotelli che Osvaldo

Cesare Prandelli

COVERCIANO, 11 OTTOBRE – E’ un Cesare Prandelli a tutto tondo quello che si presenta ai microfoni per la vigilia della sfida contro l’Armenia. Le sue dichiarazioni si soffermano soprattutto sui presunti favori ai giocatori della Juventus in sede di allenamento e sul caso Ranocchia

PRANDELLI RESPINGE LE ACCUSE DI DE LAURENTIIS – Il ct azzurro rispedisce al mittente la polemica del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, secondo il quale i giocatori della Juventus avrebbero un ”trattamento di favore” in sede di allenamento: “Sono cose che non fanno bene al calcio – ha dichiarato il ct azzurro – si mettono in piedi situazioni che non esistono. I due giorni dopo le convocazioni della domenica li utilizziamo per recuperare i calciatori dal punto di vista fisico. Chiediamo ai giocatori di presentarsi con i ”compiti”, al fine di recuperare al meglio la condizione atletica. Successivamente, è chiaro che tocca a me scegliere”.

SU RANOCCHIA – ”Ranocchia e’ impiegato nel suo club, non vedo perche’ non possa usufruirne la nazionale: ci sono altri giocatori indagati che giocano, non possiamo condannare le persone prima della giustizia”

OSVALDO E BALOTELLI RISCHIANO L’ESCLUSIONE – Intanto non arrivano notizie positive dall’allenamento. Si fermano infatti sia Osvaldo che Balotelli. Il romanista ha abbandonato la partitella di allenamento per un scontro con Sirigu, mentre l’attaccante del Manchester City è stato fermato da un attacco influenzale. Se per il primo c’è un cauto ottimismo visto che si tratta solo di una botta, per l’ex interista sembra profilarsi la panchina, con Giovinco pronto a sostituirlo.

a cura di Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *