Connect with us

Calcio Estero

Russian Premier League, l’Anzhi resta in vetta. Il Cska non molla

Pubblicato

|

Espugnando l’Arena Khimki, l’Anzhi si è confermato in testa alla classifica della Russian Premier League. I ragazzi di Guus Hiddink si sono imposti per 2-0 ai danni della Dinamo Mosca, affossata dalle reti di Zhirkov ed Eto’o, arrivate entrambe nella ripresa. La formazione del Daghestan, che tocca quota 26 punti in classifica, giunge alla sosta mantenendo invariato il proprio vantaggio sulle inseguitrici. Prima fra tutte il Cska, che battuto col medesimo risultato lo Spartak nell’attesissimo derby della capitale. Quarta sconfitta stagionale per gli uomini di Unay Emery, arresisi al Luzhniki sotto i colpi di Musa e Honda, che ragalano a Slutsky la settima vittoria nelle ultime otto partite. Alle loro spalle si rilancia il Terek Grozny, reduce da due sconfitte consecutive, che nell’anticipo ha battuto per 2-1 il Rostov grazie alle reti di Komorowski e Ailton Almeida. A nulla è valso il tentativo all’85’ da parte di Kalachev di riaprire la gara. Risale anche lo Zenit, che compie un significativo balzo in avanti in seguito alle delusioni di coppa vincendo a Krasnodar con le marcature di Zyryanov e Faizulin, che consentono alla squadra guidata da Luciano Spalletti di portarsi al quarto posto. Arrivano invece tre punti per il Kuban, che ha superato di misura la Lokomotiv in casa dei moscoviti. A decidere le sorti del match la rete di Bucur al 71′.

Dopo due cadute di fila, torna al successo l’Amkar Perm, cui è bastato il gol al 3′ di Ignatovich per tornare da Kazan col bottino pieno. Il Rubin si ferma dopo due vittorie di fila. Perde ancora il Volga, che a Nizhniy Novgorod cede anche al Mordovia. La formazione di Saransk si è imposta grazie ai gol di Mukhametshin e Panchenko. Nona sconfitta nelle ultime dieci gare per i padroni di casa, peggior attacco del torneo con dieci reti all’attivo. Finisce invece sul 2-2 la sfida tra Alaniya e Krylya Sovetov. I giallorossi si sono portati in vantaggio per ben due volte grazie al bomber brasiliano Danilo Neco, ma si sono fatti raggiungere prima da Grigoryan e poi da Bruno Teles. L’attaccante ex Ponte Preta ha raggiunto Movsisyan in vetta alla classifica marcatori.

CLASSIFICA: 26 Anzhi; 24 Cska Mosca; 22 Terek Grozny; 21 Zenit; 20 Lokomotiv Mosca; 19 Spartak Mosca e Kuban Krasnodar; 18 Rubin Kazan; 15 Amkar Perm; 13 Krylya Sovetov; 12 Krasnodar; 10 Alaniya; 9 Rostov e Dinamo Mosca; 8 Mordovia; 4 Volga.

MARCATORIMovsisyan (Krasnodar) e Danilo Neco (Alaniya); 7 Eto’o (Anzhi); 6 Natcho (Rubin Kazan) e Kerzakhov (Zenit); Holenda (Rostov), Honda (Cska), Sapogov (Volga), Caballero (Krylya Sovetov) e Traoré (Anzhi).

Alessio Tuveri

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending