Connect with us

Calcio Estero

Premier League 7a giornata, altro pari per il Liverpool: le grandi scappano

Pubblicato

|

LONDRA, 8 OTTOBRE – Con l’inizio della settimana torna il consueto appuntamento con il punto sulla Premier League. La 7a giornata ha ormai espresso tutti i suoi verdetti, considerando che nessuna squadra sarà impegnata nel Monday Night: la classifica inizia ad allungarsi, con le grandi del campionato che portano a casa ottime vittorie senza aver faticato troppo. Rallenta invece l’Everton, fermato sul 2-2 dopo uno splendido avvio, e il Liverpool, che colleziona il terzo pareggio avendo una sola vittoria all’attivo finora. Analizziamo dunque più dettagliatamente gli incontri del weekend.

PASSEGGIA IL CITY, MA IL CHELSEA RISPONDE – Nell’anticipo di sabato delle 13.45, il Manchester City di Roberto Mancini ha ospitato il Sunderland: una visita di cortesia da parte dei biancorossi, sicuramente mai all’altezza del gioco dei Citizens. I padroni di casa hanno finalmente messo in mostra le proprie qualità, riscattando la deludente prestazione di Champions contro il Borussia Dortmund e trovando un secco 3-0 che testimonia finalmente la crescita del reparto difensivo. Passati in vantaggio con un gran mancino su punizione dell’ex laziale Kolarov, il City ha trovato la rete della tranquillità nel secondo tempo con Aguero (entrato da 4′ al posto di un contrariato Balotelli) e poi ha chiuso in bellezza con una punizione di Milner conquistata sempre da Kolarov, davvero in rispolvero. I tre punti conquistati avrebbero portato i Citizens a una sola lunghezza dal Chelsea capolista, che però nel match delle 16.00 contro il Norwich non si è fatto intimorire. Passati in svantaggio dopo 10′ grazie ad un gol di Holt, i Blues trovano immediatamente la forza di reagire, tanto che il primo tempo si chiude sul 3-1 grazie alle reti di Torres (14′), Lampard (22′) e Hazard (31′). Nella ripresa firma il tabellino anche Ivanovic, ma la partita non ha altro da dire. Il Chelsea torna a +4 sulle cugine di Manchester.

PARI EVERTON, LA CONCORRENZA E’ SPIETATA – E’ costretto a rallentare l’Everton rivelazione del campionato. Fermati sul 2-2 in casa del Wigan, i Toffees hanno seriamente rischiato la sconfitta contro una squadra che, dato il posizionamento in classifica, non avrebbe dovuto creare problemi: a salvare la situazione ci ha pensato un rigore trasformato da Baines a tre minuti dal termine, ma le cose da rivedere sono molte. Soprattutto perchè le concorrenti non restano a guardare, e in un batter d’occhio anche lo United è davanti. I Red Devils si sono imposti ieri per 3-0 su un Newcastle davvero irriconoscibile rispetto a quello della scorsa stagione, grazie alle reti nel primo tempo di Evans ed Evra, e nel secondo tempo di Cleverley. Ferguson sorride perchè la tentata fuga del City è decisamente fallita. Al quarto posto, a pari con l’Everton, si trovano ora il West Bromwich, vincente per 3-2 su un QPR sempre più ultimo (2 punti in 7 partite), e il Tottenham, che supera con un sicuro 2-0 l’Aston Villa. Una battaglia tutta da seguire.

L’ARSENAL C’E’, IL LIVERPOOL CI PENSA – Buona la vittoria dell’Arsenal, che si è imposto per 3-1 sul West Ham. I Gunners raggiungono quota 12 in classifica grazie alle reti in rimonta di Giroud, Walcott e Cazorla. A non sorridere sono invece ancora i tifosi del Liverpool, che contro lo Stoke City non va oltre lo 0-0: ancora una sola vittoria in campionato, mentre sono 3 i pareggi, così come le sconfitte. La classifica non è delle più entusiasmanti, ma c’è tempo. Doppio pareggio 2-2 per le altre squadre impegnate tra sabato e domenica: non si fanno male Swansea e Reading, così come Southampton e Fulham.

PROSSIMO TURNO – Tutto da seguire il prossimo turno, con il palinsesto di Premier League che offre già sabato un incontro che si preannuncia spettacolare: il Chelsea capolista farà visita al Tottenham. Tra le altre, test importante anche per WBA e Manchester City, che si affronteranno sempre sabato prossimo.

 

Matteo Brutti

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending