Connect with us

Premier League

Premier League, 7a giornata: lo United passa facilmente a Newcastle, è 0-3

Pubblicato

|

NEWCASTLE, 7 OTTOBRE – Si riscatta lo United dopo la clamorosa sconfitta casalinga contro il Tottenham, andandosi a riscattare contro la squadra che proprio con gli Spurs si andò a giocare il quarto posto in campionato: 0-3 al St.James’s Park di Newcastle, con i Magpies di Alan Pardew che escono annichilti dalla sfida odierna. Non solo il risultato per i Red Devils: il dominio per gli uomini di Ferguson è totale, e viene capitalizzato dalle reti di Evans ed Evra nel primo tempo e un eurogol alla Del Piero di Cleverley nel secondo. United che scala la classifica raggiungendo al secondo posto il City a 15 punti, con 4 lunghezze di distanza che separano le due squadre di Manchester dalla capolista Chelsea.

PRIMO TEMPO – Sfida davvero interessante quella che si prospetta al St.James’s Park di Newcastle. Lo United deve vincere per non far andare in fuga i cugini-rivali del City ma soprattutto l’agguerritissimo Chelsea -6 vittorie, 1 pareggio col QPR e nessuna sconfitta per gli uomini di Di Matteo-, e per farlo propone un undici sbilanciatissimo in avanti per mettere subito paura ai padroni di casa: Kagawa, Van Persie, Rooney e Welbeck costituiscono un reparto offensivo atomico per i Red Devils, che vogliono subito mettere in chiaro le cose col Newcastle dopo la brutta sconfitta casalinga col Tottenham di Villas Boas. Alan Pardew, il cui team proveniene da una buona vittoria col Bordeaux in Europa League, schiera la sua formazione tipo che l’anno scorso ha fatto sognare in grande i Magpies: Demba Ba e Papiss Cissè sono gli spauracchi che ogni difesa vorrebbe evitare di incontrare. Ma dal fischio d’inizio in poi, è l’atteggiamento estremamente offensivo dello United ad essere premiato. E il gol, infatti, arriva dopo soli 8 minuti, anche se su azione partita da fermo: calcio d’angolo battuto da RVP, gran stacco di testa di Jonny Evans ed è subito vantaggio United. Non c’è tregua per il Newcastle: lo United domina, e si procura occasioni da rete a raffica con Rafael con un tiro da posizione defilata a fin di palo, con Welbeck che quasi approfitta di un pasticcio del portiere Harper (in sostituzione dell’indisponibile Krul) e poi con una bella punizione di Rooney su cui proprio Harper ci mette una pezza. Ma è solo l’overture prima del raddoppio United: ancora su calcio d’angolo, al 15esimo Evra scatta indisturbato dentro l’area e di testa firma il 2-0 che sembra già far capitolare gli uomini di Alan Pardew. Lo United dei primi quindici minuti è una furia: 7 tiri a 0, di cui 5 in porta, sono il dato statistico che più di tutti fa capire la determinazione degli uomini di Ferguson a chiudere subito la complicata pratica Magpies. I ritmi frenetici del primo quarto d’ora vanno poi dissolvendosi, rallentando e permettendo al Newcastle una timida reazione, specialmente con Ba che su schema da calcio d’angolo va vicino alla rete che riaprirebbe la partita. Di lì in poi il match si fa nervoso: 5 gialli, tutti ineccepibili. E senza nient’altro da segnalare, si conclude il primo tempo: ottimo United che mette subito in cassaforte risultato e tre punTi, con un 0-2 che lascia poco spazio a discussioni.

SECONDO TEMPO – Dopo cinque minuti dal fischio d’inizio del secondo tempo, con gli stessi 22 uomini scesi in campo nel primo tempo, subito un episodio chiave: uscita a vuoto di De Gea, Ba anticipa di testa e colpisce la traversa; sulla ribattuta arriva Cissè, ancora di testa, ma il portierone spagnolo con un guizzo sembrerebbe salvare la porta. Sembrerebbe, perché in effetti il pallone pare abbia completamente varcato la linea di porta prima dell’intervento dell’ex portiere dell’Atletico Madrid. Lo United, quindi, per ora tiene ben saldo il risultato ,seppur approfittando di un episodio controverso. Da lì in poi la partita cala notevolmente dal punto di vista dell’agonismo, con lo United che ora pensa a curar bene la fase difensiva (Ferdinand davvero mostruoso oggi in tutte le chiusure). Il Newcastle mette dentro Anita e Ameobi che vanno a sostituire Ferguson e Cissè, ma la sostanza non cambia. Anzi, è lo United, con un gol mostruoso di Cleverley, a chiudere definitivamente la partita: al 71’, il giovane centrocampista inglese fa partire un destro a giro dal vertice sinistro dell’area (alla Del Piero verrebbe da dire), col pallone che si va ad infilare all’incrocio e il portiere Harper che può solo veder passare il pallone tra le sue mani: 0-3, meritato, che ben evidenzia il dominio United in tutto l’arco della partita. Poco altro da dire per quanto riguarda il secondo tempo: il Manchester, visibilmente soddisfatto, si limita a gestire –come d’altronde stava facendo già dalla rete dello 0 a 2-, controllando un Newcastle ormai decisamente demoralizzato. A parte un dubbio episodio da moviola TV (in cui, probabilmente, RVP ha rifilato una gomitata a Cabaye), la partita non offre altri spunti. Si aspetta solo il fischio finale, che arriva dopo 4 minuti di recupero: finisce 0-3 per il Manchester United, che abbatte facilmente il fortino Newcastle e si porta al secondo posto in classifica, a 4 punti di distanza dal Chelsea.

UOMO PARTITA SPORTCAFE24 – CLEVERLEY – Il giovane centrocampista mostra una maturità incredibile in mezzo ai titani del Manchester United. Regge bene il gioco estremamente offensivo proposto da Sir Alex Ferguson, ed è utile sia in fase di copertura sia in fase di costruzione. Il suo gol è una perla che arricchisce ancor di più sia il risultato che la sua già ottima prestazione, e che lo mette in luce come uomo chiave per il Manchester United. Molto maturo per la sua età, si prospetta davvero un gran futuro per lui.

TABELLINO – NEWCASTLE 0 -MANCHESTER UNITED 3 (8’ Evans, 16’ Evra, 71’ Cleverley)

Le Formazioni

NEWCASTLE (4-3-3): De Gea; Rafael, Ferdinand, Evans, Evra; Cleverley, Carrick, Kagawa, Welbeck; Rooney, Van Persie.

All.: Sir Alex Ferguson

MANCHESTER UNITED (4-4-2):  Harper; Santon, Williamson, Perch, Ferguson; Ben Arfa, Cabaye, Tiote, Gutierrez; Ba, Cisse.

All.:  Alan Pardew

Ammoniti:  21’ Kagawa (MU), 30’ Ferdinand (MU), 31’ Van Persie (MU), 33’ Tiote (N), 42 Jonas (N), 75’ Perch (N), 86’ Bigirimana (N), 90’ Scholes (MU)

A cura di Giovanni Nolè

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending