Redazione

Premier League, il City vince con facilità e insidia il Chelsea

Premier League, il City vince con facilità e insidia il Chelsea
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Gol e assist per l'ex terzino della Lazio Kolarov: il City c'è

MANCHESTER,  6 OTTOBRE – Ad aprire le danze della 7a giornata di Premier League è il Manchester City, che riceve in casa il Sunderland. Gli uomini di Mancini hanno bisogno di una vittoria  per continuare la scalata alla vetta della classifica, sempre dominata da un Chelsea che nel pomeriggio avrà comunque l’occasione di mantenere le distanze. Per il Sunderland, vittorioso una sola volta in questo campionato, i 3 punti porterebbero un significativo salto verso la prima metà della classifica.

LA PARTITA – All’Etihad Arena i Citizens scendono in campo con le idee ben chiare in testa, e dopo appena cinque minuti di gioco i padroni di casa sono già in vantaggio. Un brutto fallo di Cuellar, ammonito dopo appena 3′, regala infatti una punizione da ottima posizione al City: si presenta Kolarov che con il suo mancino rinomato insacca per il vantaggio. Il Sunderland reagisce bene e ci prova al 12′, con un bel cross di Gardner sul quale salva Zabaleta in angolo. Gli ospiti continuano a pressare bene la squadra di Mancini, anche se di occasioni concrete non se ne vedono. Intorno alla mezz’ora i biancorossi iniziano però a cedere il passo ai padroni di casa, che sfiorano il raddoppio con Balotelli: l’italiano si lancia su un cross dalla destra, ma è provvidenziale l’intervento di Gardner a un metro dalla linea di porta. Con due assoli di Tevez piuttosto pericolosi per il Sunderland, ma conclusi con un nulla di fatto, si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo si apre con due grandi occasioni per il Manchester City: prima un delizioso colpo di tacco di David Silva libera Yaya Tourè che si fa respingere la conclusione dal limite, poi, da un’azione confusa sul calcio d’angolo successivo, Rose respinge sulla linea un destro ravvicinato di Richards. Al 55′, dopo aver sfiorato il tocco del 2-0, Balotelli viene sostituito da Aguero: l’ex-attaccante dell’Inter, tanto per rispettare quella che ormai è diventata una tradizione, esce tra gli applausi ma non saluta Mancini e rientra subito negli spogliatoi. A dare ragione al tecnico ci pensa però proprio in neo-entrato Sergio Aguero: bastano 4′ minuti e l’argentino, su un ennesimo ottimo cross di Kolarov, batte Mignolet con l’interno destro. E’ il 2-0 della tranquillità. Il Sunderland si sbilancia pericolosamente e al 68′ Tevez, del tutto indisturbato, va vicino al terzo gol con un destro che sfiora il palo. Un minuto più tardi lo stesso Tevez salta Mignolet in uscita, ma da posizione defilata è costretto a servire l’accorrente David Silva che colpisce la traversa. Gli ospiti appaiono completamente senza forze e non riescono a reagire: è assedio Manchester City. Il gol, come era prevedibile, arriva al minuto 88′ grazie ad una punizione di Milner che si insacca dopo una decisiva deviazione di Gardner. Triplo vantaggio e massima sicurezza. Il Chelsea è avvisato.

UOMO PARTITA SPORTCAFE24 –  Kolarov: 7,5. Una vera furia sulla fascia sinistra, non lo ferma nessuno. Porta in vantaggio il City con una magia su punzione, poi serve un assist al bacio per il neo-entrato Aguero. Per non parlare del gran numero di cross non sfruttati dalle punte. Ciliegina sulla torta, conquista la punizione del 3-0.

TABELLINO

MANCHESTER CITY – SUNDERLAND 3-0

MANCHESTER CITY (4-4-2): Hart, Zabaleta, Richards, Lescott, Kolarov, Milner, Barry, David Silva, Tourè, Balotelli (55′ Aguero), Tevez (86′ Clichy). All. R. Mancini.

SUNDERLAND (4-4-2): Mignolet, Gardner, Cuellar, O’Shea, Rose (61′ Vaughan), Larsson, Colback, Johnson (68′ Saha), McClean, Sessegnon (83′ Campbell), Fletcher. All. M. O’Neill.

 MARCATORI: 5′ Kolarov (MAN), 59′ Aguero (MAN), 88′ Milner (MAN).

AMMONITI: 3′ Cuellar, 81′ Colback, 88′ Gardner.

ESPULSI: Nessuno.

ARBITRO: L. Probert.

 

Matteo Brutti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *