Orazio Rotunno

Europa League, Neftchi-Inter: le probabili formazioni

Europa League, Neftchi-Inter: le probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

BAKU, 4 OTTOBRE – L’Inter sbarca in Azerbaigian, per giocare contro il Neftci Baku la seconda giornata del girone eliminatorio di Europa League. E lo farà senza i suoi pezzi da 90, con Cambiasso in difesa, sempre a 3, fra Silvestre e Juan Jesus. In avanti linea verde con Coutinho-Livaja, dal primo minuto Mudingayi in mezzo al campo.

NON SI CAMBIA, RESTA LA DIFESA A TRE CON CAMBIASSO STOPPER – La novità dell’ultimo minuto è rappresentata proprio dall’arretramento di Cambiasso nel ruolo, non nuovo per lui, di difensore centrale. Posizione neanche troppo da trascurare in un futuro prossimo per il campione argentino. A differenza della difesa a 4, può avere meno compiti di marcatura e più di impostare l’azione, con meno dispendio di energie. Riposo dunque per Ranocchia e Nagatomo, con Obi possibile titolare, per lui sarebbe l’esordio stagionale. Mediana di ferro composta da Guarin-Gargano-Mudingayi, in avanti Coutinho-Livaja. Stramaccioni, sugli sconosciuti avversari: ” Hanno fermato sullo 0-0 il Partizan a Belgrado, sono solidi e compatti. per questo manderò in campo chi sta meglio fisicamente “. Tanti i primavera aggregati in panchina.

ALLA SCOPERTA DEL NEFTCHI: IMBATTUTO IN CASA IN EUROPA DAL 1999 – Sono 13 anni e 14 partite che qualcuno cerca invano di espugnare Baku, e lo stadio del Neftci. E neanche avversari da poco: Cska Mosca, Anderlecht, Dinamo Zagabria. L’ultima fu la Stella Rossa di Belgrado nel lontano ’99, da allora 9 vittorie e 5 pareggi nella roccaforte da 30 mila posti oggi tutti esauriti. Ed il pareggio in casa del Partizan nella prima aprtita del girone certifica la non facilità assoluta dell’impegno. Il mister degli azeri sprona l’intero Paese: ” L’Inter non ha bisogno di presentazioni, vogliamo fare la storia e vincere per qualcosa che entri negli annali “. Individuare un pericolo n.1 è difficile: l’attaccante Canales, scuola Benfica, suscita curiosità, mentre Mitreski vanta un passato nello Spartak Mosca e nella Bundesliga. Interessante l’ala Wobay della Sierra Leone, che andrà a sinistra nel 4-2-3-1 della squadra di casa. Ecco le probabili formazioni:

NEFTCHI (4-2-3-1): Stamenkovic; Shukurov, Guliyev, Mitreski, Bertucci; Sadygov, Imamverdiyev; Ramos, Flavinho, Wobay; Canales.
INTER (3-5-2): Handanovic; Silvestre, Cambiasso, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Mudingayi, Obi, Alvaro Pereira; Coutinho, Livaja.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *