Redazione

Champions League, il Real Madrid domina ad Amsterdam: 4-1 all’Ajax

Champions League, il Real Madrid domina ad Amsterdam: 4-1 all’Ajax
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Per Cristiano Ronaldo seconda tripletta in 3 giorni

Cristiano Ronaldo, ancora una tripletta

AMSTERDAM, 3 OTTOBRE – Il Real espugna l’Amsterdam Arena con una prestazione convincente e mostra chiari segnali di forza. Ajax battuto 4-1 grazie a un imprendibile Cristiano Ronaldo supportato a dovere da tutta la linea offensiva. La squadra di Mourinho, chiamata a una conferma dopo le recenti prestazioni convincenti, non delude le attese e prosegue a punteggio pieno la sua avventura nel gruppo D della maggior competizione europea.  Straordinaria prestazione di Benzema, autore di due assists e di un gol memorabile in sforbiciata. Ottimi segnali da Kakà, il che vuol dire che Özil può recuperare la condizione con calma. Ottime notizie giungono anche da Manchester, dove il City non riesce a battere il Borussia Dortmund, confermando una certa mancanza di personalità nelle grandi competizioni.

Le squadre scendono in campo e già si contano le sorprese rispetto alle formazioni ipotizzate, soprattutto tra i blancos: Özil resta comodo in panchina e Kakà scende in campo. Niente Modric o Di Maria, a destra nel trio dietro Benzema c’è Callejon. Ovviamente Cristiano Ronaldo è al suo posto pronto a mulinare le gambe. Khedira acciaccato in panchina, al suo posto Essien. Tra gli olandesi unica novità Boerrigter che riesce a recuperare in tempo dall’infortunio.

PRIMO TEMPO – Solita fase iniziale di studio, con il Real dominante nel possesso palla e nel numero di corner. Nell’aria la sensazione del pericolo, nonostante l’Ajax difenda con ordine. Così al 13′ Cristiano Ronaldo cerca di infilare Vermeer con un tap-in su azione di Kakà, al 15′ ci provano Kakà e Benzema uno dopo l’altro, ma Vermeer le prende tutte. Ramos di testa su corner sfiora il palo e chiude i tre minuti terribili dell’Ajax, che resiste. Traballa ma resiste. Il Real è nettamente superiore e insiste sfruttando l’intera larghezza del campo. Al 22′ Kakà caracolla e tira due volte dall’interno dell’area. La seconda impegna Vermeer, che se la cava. L’Ajax non riesce a rendersi pericoloso e non alleggerisce la pressione del Real, che  va a nozze coi suoi funamboli. Ispirato Kakà, che prende fiducia col passare dei minuti. Vermeer somiglia al generale Custer, e al 36′ osserva il pallone calciato al volo da Cristiano Ronaldo sfiorare l’incrocio, per poi darsi da fare dopo un minuto sul tiro di Marcelo. Bei riflessi l’estremo difensore olandese. Il gol del Real è molto più che maturo, e arriva grazie a Cristiano Ronaldo che sfrutta l’assist di un ottimo Benzema autore di una brillante discesa sulla sinistra. Tocco facile a due metri dalla porta sguarnita e 41° gol in Champions. Si va al riposo col Real molto meritatamente in vantaggio

SECONDO TEMPO – Nessun cambio nell’intervallo, e infatti non cambia neanche la musica. Pronti, via, delicato cross dalla destra di Kakà, Benzema carica la molla e sforbicia meravigliosamente in rete. 2-0 al 47′ e olandesi che potrebbero crollare da un momento all’altro. E invece, dopo una decina di minuti in cui Vermeer continua a scaldarsi le mani col pallone, l’Ajax accorcia le distanze con un’incornata del finlandese Moisander su calcio d’angolo guadagnato da Blind, figlio d’arte. Mourinho non sarà contento della sua difesa, che nell’occasione sembra poco concentrata, forse un po’ supponente. Il baricentro dell’Ajax magicamente sale, certo il Real continua a pungere, con Benzema di testa al 61′, ma la sensazione è che finalmente ci sia quasi partita. E infatti al 67′ Hoeser, entrato al posto di un impalpabile Sana sfiora il pareggio allungandosi col sinistro su cross dalla destra che taglia tutta l’area madrilena.  Pericolo scampato per il Real, che medita e rialza il ritmo dei passaggi. I risultati si vedono subito, Ronaldo duetta con Benzema e riporta i suoi sul 3-1 con un tiro piazzato all’angolo. Ma evidentemente non basta al lusitano, che dopo due minuti propone un taglio centrale all’appena entrato Khedira che lo serve in profondità. Delizioso pallonetto e 4-1.

La partita praticamente finisce qui, Real in testa al girone in carrozza, Ajax troppo debole ma senza rimpianti. Contro questo Real c’era veramente poco da fare. Ora tutti concentrati sul clàsico di domenica prossima.

AJAX 1 (55′ Moisander)
REAL MADRID 4 (42′ Cristiano Ronaldo, 47′ Benzema, 79′ e 80′ Cristiano Ronaldo)

AJAX (4-2-3-1): Vermeer; Rhjin, Alderweireld, Moisander, Blind; Eriksen, C. Poulsen (68′ Sporkslede); Babel (81′ Lukoki),  De Jong, Boerrigter; Sana (75′ Hoesen)  A disp.: Veltman, Djiks, Schöne, Cillessen All.: F. De Boer

REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas; Arbeloa, Pepe, S. Ramos, Marcelo; Essien (77′ Khedira), Xabi Alonso; Callejòn (60′ Di Maria), Kakà (73′ Özil), Cristiano Ronaldo; Benzema A disp.: Adàn, Varane, Modric, Higuain All.: Mourinho

Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno
Arbitro: Jonas Eriksson (SVE)

Andrea Cioli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *