Connect with us

Calcio Estero

Bayern, dovere compiuto. Ennesima ferita per il Marsiglia

Pubblicato

|

Ivica Olic, autore della doppietta decisiva

La doppietta rifilata ieri sera al Marsiglia potrebbe essere stato uno degli ultimi momenti da ricordare per Ivica Olic con la maglia del Bayern Monaco. L’attaccante croato è destinato a lasciare la società bavarese a fine stagione, quando il contratto in vigore giungerà a termine, probabilmente per accasarsi al Wolfsburg. Le due reti decisive siglate ieri hanno consolidato il vantaggio ottenuto dalla squadra di Jupp Heynckes nel match di andata, conclusosi con il medesimo risultato al Velodrome, aprendo le porte delle semifinali alla formazione teutonica. Che ora vede sempre più vicino il sogno di poter disputare la finale nel proprio stadio.

La partita giocatasi all’Allianz Arena si presentava in salita per la compagine francese, costretta a segnare almeno due gol , senza subirne, per sperare di giocarsi il tutto per tutto ai tempi supplementari. Ma la serata è andata diversamente. I ragazzi di Didier Deschamps non sono riusciti a trovare la via della rete, nonostante un buon inizio che ha chiamato sull’attenti il portiere avversario Manuel Neuer. Le due opportunità, prima sui piedi di Morel e poi di Valbuena, avrebbero potuto cambiare l’andamento del match qualora fossero state capitalizzate. Ma l’incapacità di incanalare subito la gara dalla propria parte ha permesso ai padroni di casa di gestirla a proprio favore. Il primo gol di Olic, arrivato al 13′, ha subito leso le speranze dei transalpini, poi spazzate via dal raddoppio, sempre ad opera del croato, al 26′ minuto. Nel resto dell’incontro sarà il Bayern ha tenere le redini della situazione, costringendo la controparte a proteggere un risultato inutile ma comunque dignitoso. Sarebbe cambiato poco se Brandao, giustiziere dell’Inter negli ottavi di finale, avesse sfruttato la facile occasione capitatagli nella ripresa.

Il passaggio del turno rappresenta un ottimo stimolo per il Bayern in ottica campionato dove il Borussia Dortmund è in ritardo di tre punti ma tutt’altro che domo e pronto a bissare il successo dello scorso anno. Per i francesi si tratta invece dell’ennesima delusione di una stagione che potrà essere salvata solo dall’eventuale vittoria nella Coupe de la Ligue contro il Lione nella finale del 14 aprile.

Tornando ai temi della Champions League, i bavaresi affronteranno il Real Madrid nel prossimo capitolo, salvo clamorosi colpi di scena. Il tempo non mancherà per lavorare e trovare una strategia per mettere in difficoltà le Merengues, ugualmente decise ad arrivare fino in fondo sognando un epilogo davanti ai rivali del Barcellona.

Alessio Tuveri

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending