Redazione

Lega Pro, il punto sui campionati dopo la quinta giornata

Lega Pro, il punto sui campionati dopo la quinta giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 2 OTTOBRE – Ancora una giornata ricca di spunti interessanti per i campionati di Lega Pro quella disputata nell’ultimo fine settimana. Vediamo nel dettaglio i fatti salienti che hanno caratterizzato i campionati di Prima e Seconda Divisione.

PRIMA DIVISIONE – Nel girone A è sempre e solo Lecce. La squadra guidata da Franco Lerda vola al comando della classifica e può vantare ormai 5 punti di vantaggio sulla seconda e uno score invidiabile di 5 successi in altrettante gare. Nell’ultimo turno i salentini hanno agevolmente avuto ragione della Tritium per 2 – 0 con le due reti giunte all’inizio delle due frazioni grazie a Diniz e Falco per un risultato che non rispecchia la notevole differenza di valori vista in campo. Alle spalle della battistrada si isola la sempre più sorprendente Virtus Entella che torna con un prezioso punto dalla trasferta di Pavia mentre una lunghezza sotto i liguri, in terza posizione, resta solitario il Trapani che ha travolto tra le mura amiche il Cuneo per 3 – 0. In coda altro piccolo passo dell’Albinoleffe che nel posticipo del Lunedì pareggia per 0 – 0 in casa con il Treviso e riduce a 3 i punti di penalizzazione da annullare. I lombardi sono preceduti dallo stesso Treviso, che con il pareggio di Bergamo cancella il punto di penalità e si porta a quota zero, e dalla Tritium, sempre ferma a 1 punto e in decisa crisi di gioco e risultati avendo ottenuto solo un pareggio nei 4 incontri fin qui disputati. Molto più combattutto il girone B dove in testa alla classifca troviamo a 11 punti l’Avellino, che si è sbarazzato al “Partenio” del Barletta per 1 – 0 ed ha scavalcato il Perugia, battuto a domicilio dal Pisa. Gli irpini hanno vinto grazie ad una rete di Castaldo ad inizio ripresa ma, soprattutto nel primo parziale, hanno sofferto i pugliesi che hanno ribattutto colpo su colpo dimostrando di potersi risollevare dalla precaria situazione di classifica in cui si trovano. I campani sono tallonati a 2 lunghezze di distanza da un quartetto composto da Perugia, Benevento, Frosinone e Latina. Detto degli umbri c’è da segnalare il colpo esterno del Benevento che passa per 3 – 0 sul campo di una Carrarese sempre più alla deriva e staccata a zero punti sul fondo della classifica mentre le due compagini laziali non vanno oltre il risultato di parità con il Frosinone fermato in casa per 2 – 2 dalla Nocerina e il Latina che spartisce la posta con il Viareggio in Toscana. In zona retrocessione ferme al palo Carrarese e Barletta, rispettivamente con 0 e 2 punti, fa un piccolo passo avanti l’Andria che impatta a reti bianche a Catanzaro e riesce a non perdere contatto con le squadre che la precedono a poca distanza in graduatoria.

SECONDA DIVISIONE – Nel girone A si verifica l’aggancio al vertice dopo lo scivolone del Savona che cade per 1 – 0 a Santarcangelo e viene raggiunto in vetta dall’Alessandria e dal Renate. I liguri perdono la prima gara dopo 4 vittorie consecutive in una sfida caratterizzata da due episodi dubbi, il rigore assegnato e realizzato dai padroni di casa e l’ammonizione per simulazione del capocannonniere Virdis a pochi minuti dal termine per un contatto nell’area emiliana per il quale forse poteva starci la massima punizione. I biancoazzurri vengono così appaiati in vetta dall’Alessandria, che ha dominato contro il Milazzo vincendo per 5 – 1, e dal Renate che si è imposto di misura per 2 – 1 sul Venezia. In fondo alla classifica importante successo esterno del Casale che passa per 2 – 1 a San Giusto Canavese contro il Valle d’Aosta e lo agguanta in ultima posizione a quota 0. I due fanalini di coda sono preceduti dal Bassano che rimane fermo a quota 2 punti dopo la sconfitta maturata per 2 – 1 a Mantova. Nel girone B prova la fuga l’Aprilia che fa il colpaccio di giornata andando ad espugnare il campo del Borgo a Buggiano per 2 – 0 portandosi quindi solitaria a 13 punti in classifica. I laziali sbrigano la pratica con 2 reti realizzate già nel primo tempo da Ferrari e Diakite con i pistoiesi che non demeritano ma pagano la scarsa concretezza in fase di finalizzazione. Replicano da par loro il Martina Franca e il Poggibonsi che rimangono in seconda posizione a 2 lunghezze dalla battistrada sfruttando il turno casalingo rispettivamente contro Aversa Normanna, sconfitta per 2 – 0, e Poggibonsi, superato per 1 – 0. Scivola invece in quarta posizione il Pontedera che non va oltre il pareggio per 1 – 1 sul campo del Campobasso. Chiude la classifica a quota 2 il Fondi a causa dello scivolone casalingo contro il Teramo mentre un punto sopra troviamo Borgo a Buggiano, Hinterreggio, che raccoglie un punto a Gavorrano, Campobasso e Foligno, battuto a Salerno per 2 – 0 con i campani che fanno un bel balzo in classifica e si portano a 5 punti fuori dalla zona calda della graduatoria.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *