Giuseppe Alessi

Serie A, Udinese e Genoa non si fanno male: finisce 0-0

Serie A, Udinese e Genoa non si fanno male: finisce 0-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

UDINE, 30 SETTEMBRE – Finisce 0-0 una partita tutt’altro che esaltante, avara di occasioni. Le due squadre, con il passare dei minuti, finiscono, così, per accontentarsi di un pareggio a reti inviolate. C’è da dire che il ritmo della gara ha risentito, gioco forza, degli interventi dell’arbitro Romeo che ha segnalato interventi fallosi in una gara intensa ma, di certo, poco spettacolare.

La scelta di Guidolin per affiancare Ranegie in attacco ricade su Fabbrini. L’altra sorpresa in casa Udinese è Faraoni, in campo dall’inizio, preferito a Basta, in vista dell gara di Liverpool di Europa League di mercoledì. De Canio, da parte sua, schiera Canini centrale di difesa accanto a Granqvist. Per il resto tutto confermato.

La partita

La partenza è subito col brivido: due minuti non sono ancora trascorsi e Danilo su colpo di testa da calcio d’angolo colpisce la parte alta dell’incrocio dei pali. Le promesse di una bella gara sono presto sconfessate. L’inizio è frammentato a causa dei numerosi interventi dell’arbitro Romeo per falli di gioco. Al 15’ il primo cambio: Seymour, vertice basso del rombo disegnato da De Canio, è costretto a lasciare il campo per infortunio. Al suo posto Daniel Tozser. Al 18’ la punizione da posizione molto interessante, in prossimità del limite sinistro dell’area, è battuto male da Lazzari. L’Udinese è pimpante e sembra aver interpretato meglio il primo tempo della gara: sugli scudi Fabbrini e Pasquale. Sui calci piazzati inoltre l’Udinese sfrutta bene i centimetri di Ranegie, sembre imbeccato, che funge da torre per Danilo (25′) che non arriva per un soffio. Al 32′ Pereyra cambia gioco e pesca Lazzari che elude l’intervento di Kucka e in prossimità dell’area piccola serve Faraoni a rimorchio: la sua conclusione potente però viene deviata provvidenzialmetne da Granqvist. L’Udinese chiude il primo tempo in avanti. Abbondantemente a lato i colpi di testa di Ranegie (38′) e Benatia (45′). Nella prima frazione continuamente spezzata da fischi arbitrali si fa preferire l’Udinese, in luogo del Genoa che non si è fatta mai vedere con sufficiente pericolosità tale da impensierir Brkic.

Nel secondo tempo il Genoa entra più determinato e il volume di gioco offensivo cresce e Brkic è così impegnato su calcio d’angolo e su un paio di uscite basse. La bella partita di Pereyra si impreziosisce quando al 18′ dopo trenta metri di corsa palla al piede e quattro avversari evitati serve un bel pallone a Lazzari, la cui conclusione, però, è larga. Al 22′ esce Fabbrini, impalpabile nella ripresa a dispetto di quanto di buono fatto nella prima metà di gara. Fra i grifoni, invece, si distingue Immobile per voglia e determinazione. Ciò non vale per il suo compagno di reparto Marco Borriello, la cui prestazione può essere racchiusa tutta in una conclusione fuori dallo specchio al 32′. Il quarto d’ora finale è di marca udinese. Da segnalare un tiro alto di Pasquale al 44′. Finisce 0-0. Era lecito aspettarsi di più.

UDINESE 0 
GENOA 0 

UOMO PARTITA SPORTCAFE24: Roberto PEREYRA, voto 6,5. In una gara piatta e praticamente senza sussulti cresce col passare dei minuti e si distingue per corsa e per la qualità di ogni sua giocata. Non lesina dribbling, suggerimenti e intelligente lettura tattica in copertura sia quando è impiegato da mezzala che quando è utilizzato da esterno. Sicurezza.

UDINESE (3-5-2): Brkic; Benatia, Danilo, Coda; Faraoni (29′ Allan), Pinzi, Pereyra, Lazzari, Pasquale; Fabbrini (22′ Barreto), Renagie. A disp: Padelli, Pawlowski, Angella, Basta, Willians, Heurtaux, Armero, Gabriel Silva, Badu, Maicosuel. All.: Guidolin.

GENOA (4-3-1-2): Frey; Sampirisi (46′ Ferronetti), Granqvist, Canini, Moretti; Kucka (68′ Anselmo), Seymour (15′ Tozser), Antonelli; Bertolacci; Borriello, Immobile. A disp.: Tsorvas, Stillo, Bovo, Merkel, Piscitella, Jorquera, Melazzi. All.: De Canio.

Ammoniti: Pinzi (U); Kucka, Borriello (G).
Espulsi: nessuno.
Arbitro: Romeo di Verona.

Giuseppe Alessi
Twitter: @galessi90

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *