Giovanni Nole

Bundesliga, 6a giornata: il Bayern soffre ma vince, 2-0 al Werder Brema

Bundesliga, 6a giornata: il Bayern soffre ma vince, 2-0 al Werder Brema
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Bayern sblocca il risultato solo nei minuti finali: in rete Luiz Gustavo e Mandzukic. Bene anche il Leverkusen, lo Stoccarda e l'Amburgo.

MONACO DI BAVIERA, 29 SETTEMBRE – Soffre –chi l’avrebbe mai detto- ma alla fine vince il Bayern Monaco di Heyckness in casa dell’ostico Werder Brema. Dopo 80 minuti, seppur dominati, in cui il Bayern è riuscito a rendersi pericoloso con meno frequenza rispetto alle precedenti partite, a sbloccare il risultato è Luiz Gustavo, seguito poi a stretto giro di posta dalla rete del solito Mandzukic: 0-2 il risultato, e Bayern che sembra davvero non volersi fermare: il Meisterschale potrebbe presto tornare in Baviera dopo due anni di dominio Borussia Dortmund.

PRIMO TEMPO – Otto vittorie su otto partite disputate, 17 gol fatti e due subiti, nessun punto lasciato per strada: questo è l’identikit di una squadra semplicemente eccezionale, di una squadra che in campionato ha già creato l’abisso dietro di se e che vuole continuare la sua imponente marcia di vittoria sulla strada del Pifferaio di Brema. In vista della sfida di Champions League imminente e vista la grande disponibilità di materiale umano in panchina, Heynckes decide di fare qualche cambio di formazione rispetto alla partita dominata contro il Wolfsburg: dal primo minuto, infatti, partono Luiz Gustavo (al posto di Javi Martinez), Kroos, Muller e, immancabile, l’ex di turno, Claudio Pizarro, una leggenda del Werder. La squadra di Brema invece non presenta sorprese di formazioni: giocano Elia, Hunt, De Bruyne, Arnautovic e Petersen, per una mitraglieria offensiva piuttosto pesante. Ciò a cui assistiamo nel primo tempo è una gara in cui il Bayern fa il possesso, ma il Werder chiude bene gli spazi e non permette agli uomini bavaresi di rendersi offensivi troppo spesso. Anzi, il Werder Brema si rende spesso pericoloso con i suoi uomini d’attacco, ma senza risultare mai troppo incisivo. Partita molto nervosa e fallosa, con poche azioni davvero pericolose: ad andare vicino al gol è proprio l’ex Pizarro, con un colpo di testa fuori a lato. Per il resto poca roba: primo tempo che si chiude con uno 0-0, col Bayern piuttosto imbrigliato nel gioco difensivo del Werder.

SECONDO TEMPO – Alla ripartenza, con gli stessi 22 che hanno lasciato il campo nel primo tempo, si accende Ribery: gran giocata, finta e doppio finta e conclusione col tiro che si spalma direttamente sul palo. Ancora il francese, al 57’, si rende pericoloso su assist di Schweinsteiger: si salva in angolo Mielitz. Allora arriva il turno di volta della partita: Heynckes decide di mandar dentro Shaqiri e Mandzukic per sbloccare la partita, fuori Kroos e Pizarro. I due cambi saranno determinanti nel finale di gara, mentre ancora Ribery, al 64’, va vicinissimo al gol con un tiro di poco a lato dopo una serie di finte da coma etilico. Ma il Werder sciupa poi una clamorosa palla gol per svoltare clamorosamente la partita: gran giocata di De Bruyne, il cross è per Arnautovic che in scivolata manda di poco fuori. Quando sembrava che la partita stesse per prendere i binari dello 0 a 0, ecco il canestro da tre punti: grandissimo tiro a giro da fuori area all’ 80’di Luiz Gustavo, portiere battuto e 1-0 Bayern. A quel punto, il Werder non ci crede più, non avendo più nulla da poter difendere tra le mani: allora è Mandzukic, su contropiede letale partito dall’ottimo piede di Shaqiri, a firmare il 2-0 a pochi minuti dalla prima rete. Cambi, dunque, che risultano determinanti. Partita che si conclude senza ulteriori sussulti: 0-2 Bayern, e il ruolino di marcia continua inesorabile, verso la conquista del titolo tedesco.

UOMO PARTITA SPORTCAFE24 – Frank Ribery, autore di grandissime giocate nel secondo tempo e che non è entrato nel tabellino dei marcatori solo perché fermato dal palo o dalla sfortuna. In agilità è insuperabile il francese, che in queste condizioni di forma fa davvero paura.

LE ALTRE – Altri due 2-0 sono da registrare in questa giornata di Bundesliga: quello del Leverkusen, che con una doppietta dello scatenato Sam batte il Furth, e quello dello Stoccarda, che sbarca vittoriosamente a Norimberga con le reti di Ibisevic e Harnik. Vittoria anche per un Amburgo in netta crescita: 1-0 sul pericolosissimo Hannover, rete di Rudvnes; 0-0, invece, tra Hofffenheim e Augsburg.

TABELLINO – WERDER BREMABAYERN MONACO 2 (80′ Luiz Gustavo, 83′ Mandzukic)

Le Formazioni

WERDER BREMA (4-1-4-1): Mielitz; Gebre Selassie, Prödl, Sokratis, Fritz; Junuzovic; Arnautovic, de Bruyne, Hunt, Elia; Petersen.

All.: Thomas Schaaf

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Boateng, Dante, Badstuber; Luiz Gustavo, Schweinsteiger; Müller, Kroos, Ribery; PizarroAll.: Heynckes

Ammoniti: 14′ Sokratis (W), 38′ Schweinsteiger (B), 40 Luiz Gustavo (B), 80′ Arnautovic (W)

Espulsi:

 

A cura di Giovanni Nolè

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *