Redazione

Udinese, lite tra Di Natale e Guidolin

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Scontro verbale tra i due durante l'allenamento di ieri: Totò escluso dai convocati per punizione

UDINE, 29 SETTEMBRE – Nel corso dell’allenamento del venerdì si è verificato un acceso battibecco tra mister Guidolin e Di Natale. Si susseguono nelle ultime ora due diverse versioni: secondo la prima i due avrebbero dato luogo alla lite all’inizio della stessa seduta di allenamento, mentre la seconda racconta di uno scontro avvenuto negli spogliatoi, ma in entrambi i casi non in presenza della squadra. L’attaccante, secondo la prima ricostruzione, avrebbe mancato di rispetto all’allenatore e per questo è stato escluso dalla seduta con i compagni di squadra. In ogni caso si tratta di uno spiacevole ed animato evento che potrà influenzare l’equilibrio già precario dello spogliatoio, e il fatto che il capitano abbia perso le staffe non è stato perdonato da Guidolin.

TOTO’ NON CONVOCATO – Pronta la risposta, infatti, del mister, che ha punito Di Natale escludendolo dalla lista dei convocati per il match contro il Genoa. Il tecnico si è presentato in conferenza stampa con queste parole: “C’è stato uno screzio con Di Natale, perciò domani non sarà della partita. I comportamenti sono importanti, le regole valgono per tutti. Dopo lo screzio io e Antonio ci siamo chiariti. Il nostro rapporto resta solido, forte e positivo. Durante l’incontro con la stampa Guidolin ha continuato puntualizzando che “Totò è un bravo ragazzo, è stato uno screzio come fra padre e figlio, come può succedere in ogni famiglia. Sono sicuro che tutto rientrerà”. Infine, in riferimento alle ripercussioni sulla partita di domenica, ha ammesso che l’assenza del bomber napoletano “è un vantaggio per il Genoa”, augurandosi che la squadra trovi il modo per sopperire a questo handicap.

a cura di Gaetano Galotta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *