Redazione

Serie Bwin, Serena contro Dionigi: panchine a rischio

Serie Bwin, Serena contro Dionigi: panchine a rischio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Davide Dionigi, tecnico amaranto

SPEZIA, 28 SETTEMBRE – Nella settima giornata di campionato alcuni match clou decisivi per il proseguio del cammino sia di alcune formazioni che, soprattutto, di alcuni tecnici.

PANCHINE A RISCHIO – Due squadre che in questo inizio stagione stanno deludendo più del dovuto sono Spezia e Reggina, entrambe reduci da una serie di risultati negativi. I liguri, partiti con ambizioni di promozioni dopo un sontuoso mercato, si sono visti superare da Ascoli e Novara in trasferta e dal Sassuolo tra le mura amiche. Lo Spezia è nervoso e lo denota l’espulsione di Okaka, nell’ultima gara disputata. La Reggina, invece, allenata dal tecnico Dionigi, ex Taranto, ha ceduto il passo in casa, davanti ai propri sostenitori, contro la matricola Lanciano, dopo la sconfitta di misura contro il Padova. Nervosismo anche tra le fila amaranto: Rizzo si è fatto espellere a un minuto dal termine. Un’altra panchina a rischio è quella di Sarri, tecnico dell’Empoli. I toscani devono cercare di ritrovarsi e per farlo, questo pomeriggio, devono superare l’ottimo Brescia che può contare su un Caracciolo in più.

LE PRIME DELLA CLASSE – Impegni casalinghi per Sassuolo, Verona e Novara: i neroverdi, dopo lo striminzito pareggio interno del turno infrasettimanale, contro il Vicenza, vogliono riprendere la serie di vittorie schiaccianti: per farlo dovranno farsi un sol boccone di un Ascoli che, lontano da casa, non sembra irresistibile. Più intrigante la sfida di Verona dove la formazione di Mandorlini cerca il successo contro un Bari molto solido in fase difensiva e pericoloso sulle ripartenze. Il Novara, una delle rivelazioni di questo inizio campionato, avrà un altro turno casalingo in cui affronterà la Ternana di Domenico Toscano.

SFIDA DA “RIPESCAGGIO” – A Vicenza, questo pomeriggio, andrà di scena la sfida tra due formazioni che, in estate, sono state a centro del calcioscommesse. Si tratta del Vicenza, retrocesso sul campo lo scorso anno, e quest’oggi guidato da Roberto Breda, e del Grosseto, retrocesso dal procuratore Palazzi a metà agosto per essere, poi, ripescato qualche giorno più tardo. I veneti sono reduci da due pareggi, uno maturato in trasferta contro il Sassuolo; i maremmani hanno agguantato la Juve Stabia per il rotto della cuffia e non sembrano formazione irresistibile.

LE ALTRE GARE – Crotone e Livorno sembra la chiara sfida che terminerà in parità: i pitagorici sono reduci da due gare senza trovare la via del gol, i labronici, fino alla mezz’ora della scorsa giornata, avevano ritrovato il sorriso prima di una rimonta del Cittadella. Allo Scida, comunque, sarà una partita da non perdere con gol ed emozioni. Il Lanciano riceve in casa il Modena, dopo la bella vittoria di Reggio Calabria. La Juve Stabia cerca il primo successo stagionale, dopo una partenza poco entusiasmante: di fronte ci sarà un Padova forte di due vittorie consecutive.
Nella giornata di lunedì, infine, doppio posticipo con Cittadella-Pro Vercelli in campo alle 19 e Cesena-Varese alle ore 21.

analisi a cura di Antonio Paviglianiti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *