Redazione

Cagliari, riapre al pubblico lo stadio di Is Arenas

Cagliari, riapre al pubblico lo stadio di Is Arenas
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

CAGLIARI, 28 SETTEMBRE – Finalmente, dopo le tantissime polemiche sollevate in seguito al rinvio della partita Cagliari – Roma, i tifosi rossoblu possono tirare un sospiro di sollievo. Infatti in occasione di Cagliari – Pescara, gara in programma Domenica, il settore distinti dello stadio di Quartu S. Elena sarà aperto al pubblico. La squadra sarda ritornerà di conseguenza a giocare nella propria terra e davanti ai propri sostenitori dopo 5 mesi passati a girovagare in giro per l’Italia o a esibirsi in impianti a porte chiuse.

L’APERTURA AL PUBBLICO – L’ufficialità della decisione di consentire l’accesso al pubblico in un settore dello stadio è arrivata nella giornata di ieri ed è stata presa dalla Commissione Provinciale di vigilanza in accordo con l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive. La notizia era nell’aria in quanto nei sopralluoghi effettuati Mercoledì (riguardanti le aree di fuga e sicurezza, l’agibilità delle strutture metalliche e in cemento e gli impianti antincendio) non erano state riscontrate criticità tali da impedire agli spettatori l’accesso agli spalti. I posti disponibili saranno circa 5000 e ci sarà posto a sedere solamente per gli abbonati con accesso consentito solamente nel settore distinti mentre tutto il resto dello stadio rimarrà ancora inaccessibile.

IL TERMINE DELL’ESILIO – Finalmente si conclude in maniera positiva, ma non certamente definitiva, una vicenda iniziata nelle ultime partite dello scorso anno quando la squadra del Presidente Massimo Cellino era stata costretta a disputare gli ultimi incontri casalinghi di campionato a Trieste in seguito all’inagibilità del “S. Elia”. L’estate non è servita a risolvere il problema e quindi la squadra sarda si è presentata al via dell’attuale stagione senza uno stadio in cui disputare le gare interne con l’unica possibilità di usufruire dell’impianto di Is Arenas per il quale però era vietato l’ingresso degli spettatori. La sfida contro l’Atalanta della seconda giornata è stata quindi disputata a porte chiuse come doveva essere anche per il confronto contro la Roma della quarta giornata prima che però Cellino invitasse i tifosi ad accedere ugualmente allo stadio contro le disposizioni emanate dal Prefetto. Di qui il rinvio della partita, la conseguente sconfitta a tavolino per 3 – 0 della squadra sarda e la grande quantità di polemiche che sono seguite. Adesso l’apertura parziale dello stadio prima di avere in futuro un impianto completamente a disposizione dei tifosi che desiderano assistere alle gesta di Pinilla e compagni.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *