Orazio Rotunno

Serie A, Chievo-Inter: probabili formazioni e ultime dai campi

Serie A, Chievo-Inter: probabili formazioni e ultime dai campi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 26 SETTEMBRE – Si avvicina l’ora X per l’Inter di Stramaccioni. Questa sera al Bentegodi scende in campo la difesa a 3, novità assoluta per i nerazzurri, eccetto l’infelice parentesi dodici mesi fa di Gasperini. Dentro Chivu, fuori Cassano per un 3-5-1-1 con il solo Sneijder in appoggio a Milito. Una Inter formato-Torino, che spera di proseguire la striscia vincente fuori casa, che vede la sua porta ancora imbattuta in 4 incontri, tutti conclusi con vittorie nerazzurre. Per il Chievo spazio a Di Michele al posto di Thereau o M.Rigoni.

DIFESA A 3 E FUORI CASSANO: STRAMA VA SUL SICURO – Non dateli del “provinciale“, ma non è che faccia molto per evitarlo. 3 centrali di difesa, più Nagatomo e Pereira sulle fascie, Zanetti con Gargano sulla mediana. Per un totale di 3 difensori, 3 terzini ed un mediano: se non è “provinciale” un approccio con questi uomini alla partita, poco ci manca. Evidentemente la trasferta di Torino ha abbagliato il giovane tecnico, quando è vero che l’Inter ha rischiato poco, ma ha forse fatto anche meno. Se Milito non si inventa quel tiro dai 20 metri da fuoriclasse, saremmo di fronte a tutt’altro tipo di analisi. Ma ciò che conta è il risultato e quindi fuori ancora Cassano, parso molto più in forma di Sneijder, ed olandese in campo pronto alla prossima sceneggiata in vista della probabile sostituzione con il barese. Spinta sulle fascie che rischia di essere vana: Pazzini è andato via, se non se ne sono accorti, e Milito è abbandonato a se stesso in area, e non fa propriamente del colpo di testa la sua arma migliore. La certezza è una sola: il calcio di Stramaccioni è ancora un mistero, camaleontico e privo di identità; sarà la difesa a 3 il tentativo giusto?

DENTRO DI MICHELE, IL CHIEVO VUOLE CONFERMARSI BESTIA NERA – Il Chievo torna a giocare in casa dopo la debacle fra le mura amiche con la Lazio. Può star tranquilla di non trovare un nuovo Hernanes di fronte, o una squadra che giochi un calcio armonioso e d’attacco come quello di Petkovic. Di Carlo si appresta ad un paio di cambi, non di più: Andreolli o Papp potrebbero fare il loro esordio in A per far riposare Dainelli, mentre davanti Di Michele è quasi certo di trovar posto accanto all’inamovibile Pellissier, al posto di uno fra M.Rigoni e Thereau. Chievo che in queste prime giornate fa grande fatica a fare gol, non segna dalla gara d’esordio, escludendo il rigore di Pellissier con la Lazio, ed è in attesa di trovare gli uomini giusti per la manovra offensiva. Fatica ancora Rigoni, reduce dagli 11 gol con il Novara, e attende il ritorno di Paloschi, fuori fino a novembre per infortunio. Potrebbe essere comunque micidiale col suo capitano, abile ad incunearsi nella sperimentale difesa a 3 nerazzurra.

Probabili formazioni:

Chievo (4-3-2-1): Sorrentino; Frey, Dainelli, Cesar, Jokic; Vacek, L. Rigoni, Hetemaj; Thereau, Di Michele; Pellissier.

Inter (3-5-1-1): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Juan Jesus; Nagatomo, Guarin, Cambiasso, Zanetti, Pereira; Sneijder; Milito .

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *