Antonio Fioretto

Serie A, 5a giornata: Fiorentina-Juve e Napoli-Lazio i big match. Per il Milan è l’ora x

Serie A, 5a giornata: Fiorentina-Juve e Napoli-Lazio i big match. Per il Milan è l’ora x
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Parte oggi alle 20.45 il primo turno infrasettimanale del campionato 2012-13. Subito in campo il match ad alta tensione tra viola e bianconeri. Domani, esami importanti per Inter, Udinese e soprattutto Milan

NAPOLI, 25 SETTEMBRE – Il campionato ritorna, a disanza di soli due giorni dall’ultima partita giocata. Ritorna dopo il caso Cellino-Cagliari-Roma, altra ennesima brutta pagina del nostro calcio. Ritorna per dare i primi eventuali responsi. Ad esempio, capiremo se la crisi delle milanesi finirà. Se la Juventus capolista allungherà ancor di più, approfittando di un eventuale passo falso di Napoli e Lazio (che si sfideranno al San Paolo), o invece lascerà la testa della classifica. Vedremo se il Palermo del neo-mister Gasperini inizierà a dare risposte positive, e anche se il Genoa confermerà di non essere solo votata alla lotta per la salvezza. Insomma, i temi non mancano. Ma, analizziamo uno per uno gli incontri che decideranno le sorti della 5a giornata.

I MATCH DI SPICCO  Napoli-Lazio è di certo il match clou di giornata. Entrambe le squadre puntano decise ai primi tre posti e i precedenti indicano che sarà una partita infuocata. Inoltre, sia Petkovic che Mazzarri sono reduci da due prestazioni sottotono: 1 punto per il Napoli in quel di Catania, in 10 contro 11, e 0 punti per la Lazio all’Olimpico, causa la beffa da parte del Genoa. Ciò fa presupporre che tutt’ e due saranno intenzionate a riscattare la recente debacle. Da elencare tra i big match c’è di sicuro Fiorentina-Juventus. I viola cercheranno di interrompere la striscia positiva dell’armata bianconera e saranno senz’altro caricati a mille. Gli screzi tra le due società che hanno caratterizzato l’ultimo mercato, hanno aumentato l’animosità dei tifosi viola nei confronti della vecchia signora. C’è da scommettere che il Franchi sarà una bolgia infuocata e che un’eventuale vittoria dei viola sarebbe, per i tifosi gigliati, equivalente a vincere il campionato. Precedente nefasto per la truppa di Montella: l’anno scorso terminò 5-0 per gli undici di Conte.

DENTRO O FUORI Sembrano già decisive Milan-Cagliari e Pescara-Palermo. Allegri e Ficcadenti sono a serio rischio esonero, e non sarebbe una sorpresa vedere uno dei due saltare a fine match. Più probabile Ficcadenti, vista la squalifica di Max che paradossalmente sembra salvarlo. Nell’altra gara, invece, c’è il Pescara di Stroppa che ha un solo punto dopo 4 giornata, ma che di contro sembra essere in netta crescita. L’avversario è il Palermo del nuovo Gasperini. Dovesse arrivare un’altra sconfitta dopo quella con l’Atalanta … beh c’è Zamparini, traete voi le conclusioni.

TURNO AVVINCENTE  Altra gara molto interessante sarà senz’altro Catania-Atalanta, due tra le squadre più positive nella scorsa stagione, le quali si stanno riconfermando come formazioni ostiche e caparbie. Chievo- Inter sarà un esame importante per Stramaccioni, che essendo in trasferta tira un sospiro di sollievo; ma sarà soprattutto l’ennesima possibilità di sorprendere per la squadra di Di Carlo, abituata ad ammazzare le grandi e decisa a rialzarsi dopo il ko di Torino con la Juve. Le due liguri, Genoa e Sampdoria, saranno chiamate a confermare l’ottimo inizio di torneo. La prima in casa contro il Parma, la seconda in trasferta con la Roma di Zeman che ,con una vittoria, potrebbe ritrovarsi ad alta quota. Infine, Siena-Bologna sarà decisiva per la salvezza e per levare il peso della penalizzazione ai toscani, mentre Torino-Udinese potrebbe essere la classica partita tranquilla di una serata di settembre, ideale per seguire la propria squadra del cuore e per condividere le emozioni che riesce a dare.

Antonio Fioretto

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *