Redazione

Inter – Siena, le pagelle: Pegolo super

Inter – Siena, le pagelle: Pegolo super
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pereira da rivedere, Alvarez inconcludente

MILANO – L’Inter cade ancora in casa, questa volta con il Siena di Cosmi, che al Meazza non vinceva da 16 anni. Nel Siena spicca su tutti il portiere Pegolo, nell’Inter Alvarez è un disastro.

INTER

Handanovic 6 – E’ più che altro un voto di stima per il portiere nerazzurro. Non è stato molto sollecitato, ma quando il Siena si è affacciato dalle sue parti, si è fatto trovare pronto. Non ha colpe sui due gol.

Nagatomo 5 – E’ il solito, instancabile motorino, ma in questa gara è stato in preciso in alcuni disimpegni.

Pereira 5 – Probabilmente non è ancora in condizione, per questo la sua prestazione è stata in chiaroscuro. Alcune avanzate potevano essere più concrete.

Ranocchia 6,5 – Mezzo voto in meno per la disattenzione sul gol senese, da dividere con l’atro centrale Juan Jesus. Per il resto è stato impeccabile. Cresce partita dopo partita.

Juan Jesus 6 – Non ha ripetuto l’eccellente prestazione di Torino, ma comunque si è fatto trovare pronto facendo il suo. Peccato per la disattenzione sul primo gol.

Guarin 5,5 – Partita un po’ anonima del Guaro. Fino a quando è stato in campo si è fatto sorprendere più volte alle spalle, con palla al piede. Al 55’ viene sostituto da Alvarez 4,5 – L’argentino è totalmente inconcludente. Non combina nulla di buono, se non due tiri completamente fuori obiettivo.

Cambiasso 5,5 – Probabilmente il suo utilizzo dovrebbe essere centellinato dal tecnico nerazzurro, in modo tale da poter rendere al meglio. Invece viene impiegato continuamente penalizzando le sue prestazioni. Per un tempo, il primo, si fa trovare pronto in alcune azioni. Nel secondo si limita a dirigere il gioco in mezzo al campo.

Gargano 5,5 – Anche lui, come il giapponese, è un motorino inesauribile, ma con il Siena è stato a tratti distratto innescando alcune pericolose ripartenze della squadra avversaria. Viene sostituito da Coutinho sv. – Ha poco tempo per cercare di cambiare la partita, e infatti non ci riesce.

Cassano 6 – Era piuttosto inspirato ma le sue idee non erano accompagnate da chi gli stava intorno. Peccato. Viene sostituito da Livaja sv – Anche lui entra per cercare di cambiare l’inerzia della gara, ma è già tutto scritto.

Sneijder 6 – Anche l’olandese volante era inspirato, ma le sue conclusioni erano sterili. Sbaglia clamorosamente quando, al posto di tirare, si fa prendere da un attacco di altruismo acuto e passa al centro dell’area per Milito, in ritardo.

Milito 5 – Serviva, e serve, un vice Milito. L’argentino è stanco e si vede quando arriva in ritardo su alcune iniziative che arrivano dalla fasce. Se lui gira intorno all’area, chi fa gol?

Stramaccioni 5 – L’ingresso in campo di Alvarez, probabilmente, gli scombina i piani. Subito il gol toglie i centrocampisti ed inserisce gli attaccanti: cosi facendo lascia il centrocampo al Siena che infoltisce la squadra di centrocampisti. Non era meglio togliere un difensore e rischiare qualcosina?

SIENA

Pegolo 7,5 – Se le squadre fossero ancora in campo, l’Inter sarebbe ancora li a tentare di trafiggerlo. E’ stato davvero super, sempre concentrato e pronto sulle conclusioni nerazzurre.

Neto 6 – Di testa le becca tutte lui, vanificando qualsiasi velleità degli attaccanti.

Paci 6,5 – Fa il suo. Ha esperienza e la mette tutta in campo per dirigere la difesa e far ripartire la sua squadra.

Felipe 6 – Si fa trovare pronto in diverse occasioni e sbaglia poco.

Angelo 6 – Viaggia sulla fascia e si rende pericoloso in alcune occasioni.

Vergassola 6,5 – Ha il merito di inserirsi tra i centrali del’Inter e sorprenderli clamorosamente. In più, in mezzo al campo, rende la vita difficile ai centrocampisti interisti.

D’Agostino 6,5 – Insieme a Vergassola formano una diga insuperabile per i giocatori nerazzurri. Viene sostituito da Rodriguez 6 – Contribuisce ad infoltire il centrocampo ed a prendere possesso del campo.

Del Grosso 6 – Come angelo dall’altra parte, fa il suo, facendo più la fase di copertura che di spinta.

Ze Eduardo 6 – Non combina un granchè li davanti, ma comunque mantiene impegnata la retroguardia interista. Viene sostituito da Valiani 6,5 – Entra e fa gol. Non è un gigante, nemmeno Nagatomo che lo marca, eppure lo sovrasta.

Rosina 6,5 – Particolarmente vivace l’ex torinista, sia in fase propositiva che in fase di copertura. Svaria su tutto il fronte dell’attacco. Viene sostituito da Sestu 6,5 – Irrobustisce il centrocampo, fa l’assist per il gol e fa una buona prestazione.

Calaio 6,5 – Anche lui, come il suo partner d’attacco, non si rende particolarmente pericoloso, ma mantiene impegnata la difesa di Stramaccioni.

Cosmi 6,5 – Aspetta le mosse del tecnico interista e poi risponde. Ogni volta che Strama toglieva un centrocampista lui lo metteva, rendendo impenetrabile il passaggio in area. Complimenti a lui. Esperienza.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *