Redazione

Serie A 4a giornata: il Genoa espugna l’Olimpico con una rete di Borriello

Serie A 4a giornata: il Genoa espugna l’Olimpico con una rete di Borriello
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Lazio disputa un'ottima gara ma non finalizza la mole di gioco prodotta e il Genoa si difende con ordine colpendo in contropiede

ROMA, 23 SETTEMBRE – Il posticipo della 4a giornata del campionato di serie A regala l’ennesimo risultato a sorpresa con il Genoa che sbanca l’Olimpico di Roma per 1- 0 con una rete di Borriello a pochi minuti dal termine. Una sconfitta forse troppo severa per i padroni di casa che hanno tenuto l’iniziativa per quasi tutto il confronto ma non sono riusciti a concretizzare le numerose opportunità da rete create. Gli ospiti si sono difesi con ordine e si sono spesso resi pericolosi con veloci ripartenze una delle quali ha fruttato la rete vincente dell’ex attaccante della Roma.

LA PARTITA Ampio turn over soprattutto in casa Lazio con il bomber Klose che si accomoda in panchina lasciando spazio nell’undici titolare a Kozak. La gara inizia subito a buon ritmo con i padroni di casa che tengono il controllo del gioco. La prima occasione capita sui piedi proprio di Kozak che al 10’ su lancio in profondità scatta bene, supera Frey, ma trova il salvataggio sulla linea di Canini. Un minuto dopo risponde Borriello, ma la sua conclusione di testa finisce alta sulla traversa, mentre al 12’ Hernanes si libera bene al limite e scaglia un gran tiro che l’estremo difensore genoano guarda lambire il palo alla sua sinistra. Il “profeta” è scatenato e al 17’ impegna severamente il portiere del Genoa che ribatte di pugno il suo violento tiro dal limite. La partita è godibile e piena di capovolgimenti di fronte con i capitolini che fanno la partita cercando di sbloccare il risultato. Al 28’ Candreva conferma il suo buon momento di forma con una grande azione personale che gli consente di arrivare fino al limite e di impegnare molto severamente Frey. Passa un minuto e ci prova Zarate da distanza ravvicinata senza inquadrare la porta. E’ un assedio dei biancocelesti che sfiorano la marcatura ancora con Candreva al 31’ e con Biava al 34’ ma in entrambe le circostanze gli ospiti riescono a salvarsi. Al 38’ dormita colossale della difesa laziale e Sampirisi si trova solo decentrato sulla destra e calcia sull’esterno della rete ignorando colpevolmente alcuni compagni smarcati al centro dell’area. Il tempo si chiude con la Lazio sempre in avanti ma senza altre azioni pericolose per l’estremo difensore ospite.

Nella ripresa De Canio inserisce Jankovic in luogo di Merkel e passa al 4-3-3 ma dopo neanche 2 minuti Hernanes colpisce la traversa con una bella conclusione dal limite dopo uno scambio in velocità con Kozak. Al 56’ ennesima stoccata di Candreva dai 20 metri e l’ottimo Frey ancora una volta si rifugia in angolo. Sul corner tentativo di Zarate sulla respinta delle difesa ma la botta dell’argentino termina a lato di poco. La Lazio domina e spinge sull’acceleratore nel tentativo di segnare la rete del vantaggio ma al 59’ il Genoa ha la grande occasione con Granqvist che stacca di testa ed obbliga Marchetti ad un grande intervento per salvare la sua porta senza che Borriello ed Immobile riescano a ribattere in porta la respinta dell’estremo difensore capitolino. L’ingresso di Antonelli al posto di un evanescente Anselmo dà slancio agli ospiti che alzano il baricentro del gioco allentando la pressione esercitata dai biancocelesti. Risponde Petkovic facendo entrare Gonzalez e Mauri e impostando la sua squadra con lo schema del 4-1-4-1 con Kozak unico riferimento avanzato. I cambi del tecnico serbo ridanno vigore ai suoi uomini e al 72’ è Lulic a provarci ma ancora una volta Frey ribatte il tiro dell’esterno laziale. De Canio toglie Immobile e inserisce il centrocampista Seymur passando ad un più prudente 4-5-1 mentre Petkovic accentua l’impronta offensiva della sua squadra giocando la carta Klose al posto di Candreva. Il tedesco si presenta subito alla grande con una stupenda azione personale che lo porta al cospetto del portiere avversario ma il suo diagonale si spegne di poco a lato della porta genoana. La Lazio attacca a pieno regime ma a sorpresa è il Genoa a passare in vantaggio con Borriello che scatta in contropiede su un perfetto lancio di Antonelli, si presenta solo davanti a Marchetti e lo batte con un preciso rasoterra. Piove sul bagnato nei padroni di casa in quanto nell’occasione della rete ospite si fa male Biava che si porta in posizione avanzata avendo Petkovic esaurito tutti i cambi a sua disposizione. La Lazio sembra subire il colpo ma prova comunque in qualche modo a cercare il pareggio senza tuttavia portare altri pericoli alla porta genoana. La gara si conclude quindi con il successo degli ospiti anche se i padroni di casa avrebbero meritato qualcosa di più per tutte le occasioni da rete prodotte.

UOMO PARTITA SPORTCAFE 24: BORRIELLO – Non è ancora al meglio della condizione ma ha l’istinto del bomber di razza che sfrutta nel migliore dei modi nell’unica occasione che gli capita in tutti i 90 minuti. Il suo primo goal in questa seconda esperienza in maglia rossoblu regala alla sua squadra 3 punti importanti che consentono al Genoa di tornare a sorridere dopo le sconfitte maturate nelle ultime 2 gare contro Catania e Juventus.

TABELLINO

LAZIO 0

GENOA 1 79’ Borriello

Lazio (4-4-2) : Marchetti; Scaloni (68’ Gonzalez), Biava, Ciani, Cavanda; Candreva (75’ Klose), Ledesma, Hernanes, Lulic; Zarate (68’ Mauri), Kozak All. Vladimir Petkovic.

Genoa (4-3-1-2) : Frey; Sampirisi, Canini, Granqvist, Moretti; Kucka, Merkel (46’ Jankovic), Anselmo (58’ Antonelli); Toszer; Borriello, Immobile (73’ Seymur) All. Gigi De Canio

Ammoniti: 67’ Candreva (L), 85’ Borriello (G)

Espulsi: nessuno

A cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *