Walter Molino

Serie A, Cagliari-Roma rinviata per ordine pubblico

Serie A, Cagliari-Roma rinviata per ordine pubblico
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Lo Stadio Is Arenas

CAGLIARI, 23 SETTEMBRE – La notizia era già nell’aria nella tarda serata di ieri. Ora è ufficiale. Cagliari-Roma, partita valida per la 4a giornata di Serie A, che era in programma oggi alle ore 15:00 allo Stadio Is Arenas di Quartu Sant’Elena a porte chiuse, è stata rinviata a data da destinarsi dal Prefetto di Cagliari. Ecco il comunicato della Prefettura: “Il Prefetto di Cagliari, a conclusione della riunione di coordinamento delle forze di Polizia, ha disposto che la gara Cagliari-Roma, programmata presso lo stadio Is Arenas a porte chiuse, sia differita ad altra data. Tale decisione si è resa necessaria per l’urgente e grave necessità di prevenire ogni forma di turbativa dell’ordine e della sicurezza pubblica conseguente alle reazioni emotive, irrazionali e inconsulte ingenerate dall’invito formulato dal presidente della Cagliari Calcio”La prefettura si riferisce in particolare all’invito del Presidente Massimo Cellino della giornata di ieri. Il patron rossoblù aveva infatti invitato tutti i suoi tifosi a recarsi lo stesso allo stadio sebbene l’organo competente, ovvero la stessa prefettura di Cagliari, avesse dichiarato l’impianto non agibile ad ospitare gli spettatori. Adesso bisognerà lavorare sulla prima data disponibile, ma c’è anche l’ipotesi della vittoria a tavolino della Roma per 0-3, qualora la società capitolina presentasse ricorso e si riscontrasse una responsabilità della Società Cagliari nel rinvio.

PROBLEMA STADI – Purtroppo il problema delle strutture inadeguate presenti nel nostro Paese sta diventando una piaga. Specialmente la piazza di Cagliari negli ultimi anni è la più travagliata. Dopo le partite giocate al Nereo Rocco di Trieste lo scorso anno, adesso il Quartu Sant’Elena non agibile. Essere giunti al rinvio della gara di oggi è un chiaro segnale di allarme. Tutti i Presidenti si augurano l’approvazione della Legge per gli Stadi, ed hanno già individuato siti dove costruire i nuovi impianti. Da seguire ovviamente il modello Juventus, affinchè non si ripetano più altre “Cagliari-Roma”.

A cura di Walter Molino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *