Redazione

Serie Bwin, Varese e Sassuolo continuano a volare

Serie Bwin, Varese e Sassuolo continuano a volare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

SASSUOLO, 23 SETTEMBRE – Tra meno di 72 ore sarà di nuovo campionato, tanta frenesia in questi giorni per il campionato cadetto che non ha un attimo di respiro. Frena il Verona, così come il Livorno, lo Spezia perde contro il Sassuolo mentre il Varese tira fuori gli artigli.

GLI ANTICIPI DEL VENERDI’ – In vista del turno infrasettimanale sono due gli anticipi giocati al venerdì. Il primo, quello delle 19, vede il primo successo della Ternana in campionato, in trasferta contro l’Empoli. Per i toscani sembra crisi vera. Al 38′ uno sfortunato autogol di Pratali da il là al vantaggio umbro. Inutile l’assalto dei padroni di casa che non riescono a sfondare il muro alzato dalla formazione di Mimmo Toscano. Dumitru, ex di turno, viene gettato nella mischia all’80’ dal tecnico calabrese: giusto il tempo di chiudere i giochi firmando il 2-0 e di farsi espellere per un fallo di reazione. In quello delle ore 21, invece, il Verona di Mandorlini si fa beffare sul più bello dal Novara. Gara in discesa per gli scaligeri, in cerca del terzo successo consecutivo, che trovano la via del gol con Martinho, calciatore ex Catania. Il Verona spreca tante occasioni per chiudere la gara e così il Novara allenato da Attilio Tesser, trova il pareggio con Alhassan, terzino sinistro.

STOP LIVORNO, VITTORIA SASSUOLO – Arriva la prima sconfitta per la formazione guidata da Nicola, tecnico del Livorno, che contro il Modena trova la prima sconfitta stagionale e, tra le altre, la prima gara senza via del gol. La formazione di Marcolin passa grazie a una rete di Ardemagni a un quarto d’ora dal termine. Una prodezza di Missiroli, alla mezz’ora del primo tempo, sblocca il big-match tra Spezia e Sassuolo. I liguri, reduci dalla sconfitta contro l’Ascoli, continuano a non convincere. Ottimi, invece, gli emiliani di Di Francesco che, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio, si concede il raddoppio con Troianello. Vittoria con le unghie del leone per il Varese, beffata nell’ultimo turno dal Bari. Nella trasferta contro la Juve Stabia, la formazione lombarda, in rimonta, porta a casa i tre punti. Al vantaggio delle vespe, realizzato da Salvatore Bruno, esperto attaccanto, risponde immediatamente una prodezza di Giulio Ebagua che dai venticinque metri trafigge il portiere campano. A regalare il successo al Varese, nella ripresa, è il solito Momentè. Ancora un pareggio per il Bari che, contro il Crotone, tiene botta portando a casa un punto senza subire gol.

LE PRIME STAGIONALI – Assapora il gusto del successo il Cesena di Bisoli, al ritorno al “Dino Manuzzi” che vince di misura contro il Cittadella grazie a un’intuizione di Djokovic, centrocampista centrale che, su un cross dalla trequarti, con un colpo di testa, trova la via del gol, il primo in cadetteria. Primo successo stagionale per la Pro Vercelli: uno-due fulmineo realizzato da Caridi e Tiribocchi che stende l’Ascoli. Sul finire di tempo tris firmato da Fabiano. A nulla vale, nella ripresa, il gol realizzato da Soncin. Prima vittoria per il Padova di Fulvio Pea contro la Reggina: al 30′ Farias sblocca la situazione, ma gli amaranto non demordono e pareggiano con il “piccolo” Alessio Viola, in netta posizione di fuorigioco. Allo scadere dei due minuti di recupero è Cuffa, alla centesima presenza con la maglia del Padova, a realizzare il gol del vantaggio prima che, nella ripresa, Cutolo non chiuda virtualmente i giochi con una prodezza dalla distanza. A nulla vale il primo gol tra i professionisti di Daniel Adejo.

PAREGGI CON GOAL – Fanno 2-2 Vicenza e Brescia, in terra veneta. I biancorossi passano in vantaggio allo scadere della prima frazione di gioco con Malonga. La formazione guidata da Roberto Breda si fa raggiungere, a inizio ripresa, da Salomon prima che, qualche minuto più tardi, sia Corvia a siglare il momentaneo vantaggio. Una rete di Gavazzi, a dieci minuti dal termine, evita la sconfitta alla formazione biancorossa. La Virtus Lanciano, allo stadio “Adriatico” evita la sconfitta nella rirpesa dopo essere passata in svantaggio causa rigore di Sforzini. A sancire l’1-1 finale è Fofana, sempre dagli undici metri.

Antonio Paviglianiti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *