Giuseppe Alessi

Premier League 5a giornata, è tempo di derby d’Inghilterra: Liverpool-Man Utd

Premier League 5a giornata, è tempo di derby d’Inghilterra: Liverpool-Man Utd
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Domenica alle 17 si gioca Man City-Arsenal

LIVERPOOL, 22 SETTEMBRE – Arriva alla 5a giornata di Premier League, la classica d’Oltremanica, il derby d’Inghilterra, Liverpool-Manchester United. Domenica, la sfida di Anfield (ore 14.30) metterà di fronte le squadre che hanno vinto più titoli nazionali: 18 per i Reds, la cui ultima vittoria è datata 1990 e non hanno mai vinto la Premier (nata nel 1992); 19 per i Red Devils, vincitori di 12 edizioni su 20 della Premier League. Il Liverpool arriva alla gara con il magrissimo bottino di 2 punti in 4 gare. Grande occasione di riscatto per Brendan Rodgers: una vittoria potrebbe, di colpo, cancellare tutte le perplessità dell’ambiente, di contro, una sconfitta cambierebbe gli scenari riguardo il futuro dell’allenatore nordirlandese. La vittoria di giovedì in Europa League in Svizzera in casa dello Young Boys (4-3) è arrivata solo dopo gli ingressi di Shelvey e Borini. Lo United non è in un periodo brillantissimo: è reduce da una prestazione molto al di sotto delle proprie possibilità contro il Galatasaray, a dispetto della quale è riuscita a sconfiggere i turchi grazie al gol di Carrick.

CITY-ARSENAL: CHE SFIDA! – Ma i riflettori della domenica di Premier non fanno in tempo a spegnersi che alle 17 illumineranno un altro big match: si gioca infatti Manchester City-Arsenal. Le due squadre sono chiamate a dare risposte convincenti in chiave campionato: dopo le sbiadite prove di Stoke e Madrid per gli uomini di Mancini, il tecnico jesino ha smentito l’ultimatum ripreso dai giornali secondo cui avrebbe strigliato Mario Balotelli, reo di fumare troppo e di condurre una vita extra calcistica poco regolata. Wenger, da par suo, si aspetta continuità dai suoi uomini. L’obiettivo è percorrere la strada maestra indicata dai sei gol arrivati contro il Southampton e dalla vittoria in rimonta contro i campioni di Francia del Montpellier. L’alsaziano potrà contare sul momento di forma dei nuovi Cazorla e Podolski.

SABATO POMERIGGIO – Ad aprire però la 5a giornata sarà Swansea City-Everton delle 13.45. Poi alle 16 spicca Chelsea-Stoke City. I Blues, a poco meno di tre giorni dal pareggio di Champions League contro la Juve, sono di nuovo impegnati allo Stamford Bridge contro il temibile Stoke City, una squadra che riesce sempre a dare fastidio alle grandi. Alla ricerca dei primi punti in Premier, il Southampton ospita l’Aston Villa. I Villas sono in netta ripresa dopo un avvio tutt’altro che memorabile, per cui non sarà facile per la squadra di Gaston Ramirez. Ancora alle 16 West Bromwich-Reading, West Ham-Sunderland e Wigan-Fulham. Proprio i Cottagers vengono da una bella vittoria casalinga contro il West Bromwich, in occasione della quale si è distinto il tanto chiacchierato Dimitar Berbatov che, autore di una doppietta, ha ricominciato a parlare il linguaggio dei gol, indiscutibilmente la cosa che gli riesce meglio.

Domenica, dunque, Liverpool-Manchester United alle 14.30, poi Newcastle-Norwich City (h 16), infine, alle 17, Tottenham-QPR e, come detto, Manchester City-Arsenal.

Ecco il programma completo della 5a giornata di Premier League:

Sabato, h 13.45

Swansea City-Everton

 

Sabato, h 16

Southampton-Aston Villa

West Bromwich-Reading

Wigan-Fulham

West Ham-Sunderland

Chelsea-Stoke City

 

Domenica, h 14.30

Liverpool-Manchester United

 

h 16.00

Newcastle-Norwich City

h 17.00

Manchester City-Arsenal

Tottenham-QPR

 

Questa, invece, la classifica di Premier League alla 4 giornata:

Chelsea 10, Manchester United 9, Arsenal 8, Manchester City 8, Swansea 7, Wba 7, West Ham 7, Everton 7, Fulham 6, Tottenham 5, Newcastle 5, Stoke City 4, Aston Villa 4, Wigan 4, Sunderland 3, Norwich City 3, Liverpool 2, Qpr 2, Reading 1, Southampton 0.

Giuseppe Alessi

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *