Redazione

Wrestlemania XXVIII: il trionfo di the Rock

Wrestlemania XXVIII: il trionfo di the Rock
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MIAMI, 2 APRILE – Uno spettacolo senza precedenti ha letteralmente invaso l’universo WWE. Colpi di scena, destini stravolti, vittorie inattese, verdetti pesanti incancellabili nella notte di Miami. Il popolo ha vinto. Un uomo al comando di entrambi gli show. La fine di un’era… non quella dell’invincibile Undertaker. Solo un campione riconfermato.

BRYAN Vs SHEAMUS – Un match il cui esito nessuno avrebbe previsto. La sua durata incredibilmente breve. Una distrazione, fatale per il campione in carica. Il bacio fortunato della piccola AJ, ha distratto Bryan, consentendo una mossa repentina a Sheamus che con la sua finisher atterra lo statunitense e gli sottrae il titolo.

KANE Vs ORTON – Il messaggero del male ha sconfitto la vipera, sfoderando una performance degna dei grandi annali della federazione. I pronostici di Wrestlemania avevano da tempo a questa parte sorriso a Orton, tuttavia Kane ha posto fine alle speranze di vittoria della vipera con una micidiale chokeslam.

RHODES Vs SHOW – Il brutto anatroccolo ha fallito la difesa del titolo. A nulla sono valse le “pressioni psicologiche” sul gigante, Big Show ha sfatato la tradizione negativa che lo vedeva da anni a questa parte protagonista. Nonostante il beautiful disaster e vari tentativi di schienamento, Rhodes non ha potuto sottrarsi al pugno proibito.

[smartads]

KELLY KELLY & MARIA MENOUNOS Vs BETH PHOENIX & EVE – Una Kelly scoppiettante ha condotto la Menounos alla vittoria per la seconda volta contro la campionessa delle dive. Eve e la diva più famosa di twitter si sono fronteggiate, un’amicizia al fotofinish. C’è stato spazio anche per la Phoenix che nonostante colpi fortuiti, ha incassato la sconfitta, dopo aver prevalso per lunga parte sulla conduttrice, in seguito a una mossa rocambolesca innescata da Kelly Kelly.

UNDERTAKER Vs TRIPLE H – La fine di un’era, non quella del Dead Man. Il record continua ad essere preservato. Shawn Michaels combattuto come non mai sin dall’inizio, ha temporeggiato per far rifiatare Taker, ha cercato di intromettersi nel pestaggio libero del non morto, è intervenuto svariate volte. Proprio mentre Undertaker stava per prevalere, HBK ha sfoderato una sweet chin music che ha stordito e preparato Taker al pedigree del COO. Triple H s’è aggrappato ad ogni risorsa, ma non è bastato. Undertaker resta imbattuto.

TEAM JOHNNY Vs TEAM TEDDY – Nessuno avrebbe mai immaginato che sarebbe andata finire così, Laurinaitis a capo di Raw e SmackDown! il tutto per via di un imprevisto. Inizialmente il team rosso aveva la meglio, poi grazie a Marella il team Teddy ha sfiorato la vittoria, Ryder ha salvato l’italiano dall’assalto di Ziggler, proprio quando stava preparando il terreno alla sua finisher con il classico woo woo, la Torres è salita sul ring a supportarlo, l’arbitro ha cercato di allontanarla, una distrazione fatale per il campione del web, che si è beccato una skull crushing finaly. Fine dei giochi dunque, ma non è tutto… la Torres ha finto di scusarsi con Ryder e gli ha dato il ben servito, lasciando sbigottiti i compagni di squadra.

PUNK Vs JERICHO – Laurinaitis forte dell’incarico acquisito, si reca da Punk e precisa le modalità dell’incontro, che non prevederà squalifiche. La collera repressa abbonda nell’animo e nel corpo del Chicago made, che viene puntualmente provocato da Jericho con ricorsi ai precedenti familiari. Punk ha messo in bella mostra il meglio della disciplina, e ha stretto il canadese nella morsa impenetrabile della anaconda vice. Difesa del titolo WWE completata.

THE ROCK Vs CENA – Il popolo trionfa, per Cena seconda sconfitta consecutiva nello show più importante dell’anno. Un Rock non proprio al top è riuscito a schienare il leader della Cenation. Il match a tutti gli effetti è stato costruito e dominato da Cena, pochi spiragli gestiti al massimo da the Rock, che è stato vicino al tap out, per via della STF. Lo smalto del campione è duro a morire, come lo stesso rappresentante del popolo, dato per sconfitto sul più bello quando Cena lo stava scimmiottando con una imitazione di basso stile del suo people’s elbow, Rock sfodera una rock bottom che schianta al tappeto il leader della Cenation che viene puntualmente schienato. Le luci della ribalta sono tutte per la sola ed unica stella nell’immenso panorama di Wrestlemania, the Rock.

Ivana Asciolla

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *