Redazione

Russian Premier League, in quattro alla rincorsa del Terek Grozny

Russian Premier League, in quattro alla rincorsa del Terek Grozny
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Impegni agevoli per Cska Mosca e Anzhi. Spartak e Rubin in cerca di riscatto

Terek Grozny in festa per il primato

La Russian Premier League torna in campo per l’ottava giornata. Fari puntati sulla capolista Terek Grozny che cercherà di proteggere il primato ottenuto grazie alla vittoria per 2-0 sull’Anzhi nello scorso turno affrontando nella serata di sabato la lanciatissima Lokomotiv Mosca, a soli tre punti dalla vetta, e reduce da due vittorie consecutive. Alle spalle della formazione cecena scalpitano anche il Cska e l’Anzhi. La squadra moscovita punta alla sesta vittoria di fila e ha davanti un impegno sulla carta agevole, sul campo del Volga penultimo in classifica e a secco di successi dalla prima giornata. I ragazzi di Guus Hiddink, reduci dalla trasferta in Italia dove hanno bagnato a Udine con un pareggio il proprio esordio in Europa League saranno impegnati a Vladikazkav in casa dell’Alaniya dove dovranno prestare attenzione al bomber brasiliano Danilo Neco, che ha finora realizzato un gol in più rispetto a Samuel Eto’o (6 contro 5). Dopo aver sfiorato l’impresa al Camp Nou contro il Barcellona, lo Spartak è chiamato alla riscossa dopo i deludenti risultati arrivati nelle ultime partite, che hanno fruttato ai moscoviti un solo punto. Gli uomini di Unay Emery ospiteranno il Rostov al Luzhniki, che nell’ultima giornata ha vinto 1-0 sul fanalino di coda Dinamo, atteso dall’arduo incrocio con l’Amkar Perm, tra le squadre più in forma del torneo, imbattuta da cinque incontri.

Lo Zenit sarà invece di scena a Samara contro il Krylya Sovetov, contro cui cercherà di ripre la corsa verso la vetta lasciandosi alle spalle la sconfitta giunta in settimana in Champions League contro il Malaga, che complica i piani della squadra allenata da Luciano Spalletti nella massima competizione europea. Morale diverso per il Rubin Kazan, che al Meazza ha strappato un pesante punto all’Inter, nonostante il gol di Nagatomo gli abbia negato il successo nel bel pieno dei minuti di recupero. La compagine di Kazan farà gli onori di casa al Kuban Krasnodar, distaccato di un solo punto. L’altra squadra della cittadina meridionale aprirà la giornata nell’anticipo contro il Mordovia di Saransk.

Alessio Tuveri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *