Redazione

La Pagella del week-end di SportCafè24

La Pagella del week-end di SportCafè24
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 02 APRILE – Ben ritrovati alla nostra consueta rubrica del lunedi’: la Pagella del Week-end di SportCafè24- il Nuovo Mondo dello Sport. Giornata di campionato che ci ha regalato tantissime emozioni, ecco i nostri voti:

10 Arturo Vidal: Il voto più alto è per “Re Artù”. Con la sua ritrovata forma  la Juventus sta ritrovando forza e soprattutto grinta in mezzo al campo, spettacolare il suo gol che ha permesso alla compagine di Antonio Conte di chiudere la sfida dello Juventus Stadium.

9 Diego Milito: El Principe merita un voto altissimo vista la sua grande prestazione nella partita di ieri al Meazza tra Inter e Genoa, tre gol a suggellare una prova maiuscola, fatta di ottime giocate e grande sacrificio al servizio del nuovo allenatore Stramaccioni.

8 Sergio Floccari: Corre, lotta e segna. Si prende una bella rivincita contro la sua ex squadra che ha preferito puntare su Cissè anzichè sul giocatore calabrese.

7 Pablo Osvaldo: la Roma ha ritrovato il suo bomber principe, contro il Novara sembra assatanato, una prova straordinaria che fa sorridere tutta la tifoseria giallorossa.

6 Robinho: Forse un pò pochino, ma Robson de Souza Robinho, merita una sufficienza piena. Ritrova il gol, dopo il buio del match contro il Barca, è lui il giocatore su cui puntare al Camp Nou?

Bocciati:

[smartads]

5 Lecce: la squadra di Serse Cosmi non riesce a sfruttare il fattore campo nella sfida contro l’ormai retrocesso Cesena. La salvezza dunque rimane a cinque punti.

4  Edinson Cavani: Non vogliamo infierire, ma l’uruguaiano praticamente non gioca contro la Juventus, è lui l’emblema di un Napoli spento e inconcludente.

3 Cesare Natali: autore di una prestazione disastrosa contro il Chievo, ma non è il solo a deludere contro i veronesi. I giocatori viola non sono sereni, la piazza deve stare vicino ai ragazzi di Delio Rossi se si vuole raggiungere l’obiettivo della salvezza.

2 Cesena: Ci dispiace per i tifosi romagnoli. Manca solo l’aritmetica ma i bianconeri il prossimo anno giocheranno nella serie cadetta. Colpa di alcune scelte di mercato non azzeccate, come quelle di Mutu e Martinez,  e anche il cambio in panchina si è rivelato fallimentare. Da segnalare anche l’orrendo gesto di Mario Beretta al pubblico salentino di ieri pomeriggio.

A cura di Attilio Malena

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *