Redazione

EL, Napoli – Aik Solna: Mazzarri: “Nessuna rivoluzione”

EL, Napoli – Aik Solna: Mazzarri: “Nessuna rivoluzione”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Alm, tecnico del Solna: “Proveremo ad offendere”

NAPOLI, 20 SETTEMPRE“Nessuna rivoluzione” dice Mazzarri, in vista della prima gara di Europa League del suo Napoli, contro gli svedesi dell’Aik Solna. Nella consueta conferenza stampa il tecnico livornese spiega i motivi che lo porteranno a schierare una squadra più giovane del previsto: “Nessuna rivoluzione, ma sarò costretto a fare delle scelte in vista dei prossimi impegni. La partita successiva è contro il Catania, una squadra con la quale abbiamo sempre fatto fatica. Poi ci sono Lazio e Sampdoria, attualmente due capoliste, poi Psv ed Udinese: il calendario non ci è amico. Vargas nelle amichevoli è stato sfortunato sotto porta ma sta facendo tanti assist e lavora molto per la squadra. Giudico le prestazioni non in base ai gol fatti. Spero però che il ragazzo si sbloccherà nella partita di domani”. Mazzarri dà anche alcune anticipazioni sulla formazioni di questa sera: “Hamsik non giocherà certamente dall’inizio, sarà in panchina. Mentre Aronica sta meglio, se recupera sarà in campo dall’inizio, altrimenti giocherà Cannavaro. Dal primo minuto giocherà Donadel. Il tecnico degli azzurri non sarà in panchina per via della squalifica: “Nessun problema, i ragazzi sono preparati. E poi ho un secondo che è molto preparato(Niccolò Frustalupi, ndr) e di cui mi fido ciecamente. Quindi nessun “trucco” per vedere la partita dalla tribuna”. Mazzarri spiega quali sono le prospettive della squadra in questa competizione ed in campionato: “Speriamo intanto di passare il primo turno, perchè poi diventa importante quasi come la Champions, da cui arriveranno alcune squadre che faranno salire il livello della competizione. Questi sono step di crescita della società e della squadra. Il campionato? Le prossime tre partite ci diranno chi siamo”. Il tecnico, poi, analizza gli avversari: “Dobbiamo fare attenzione al reparto offensivo dell’Aik, composto da giocatori molto veloci, dovremo stare attenti in fase passiva. Dobbiamo rispettare l’Aik, l’ho vista in video con i miei collaboratori e non dobbiamo sottovalutarli. Lo ha detto anche una vecchia gloria del calcio svedese come Hamrin. Sono considerati la Juve della Svezia. Stanno facendo grandi risultati in campionato e per arrivare fin qui hanno battuto il Cska fuori casa.” E’ la volta del centrocampista albanese, Valon Behrami, arrivato quest’anno dalla Fiorentina:Ogni partita è sempre emozionante, soprattutto in Europa. Non vedo l’ora di essere in campo. Dobbiamo cercare di essere sempre tutti coinvolti nella partita, questa è la chiave per vincere. Ci sarà in campo qualche giovane e noi più esperti dovremo aiutarli. Siamo una grandissima squadra”. L’albanese parla poi dell’affetto della gente napoletana: “Sto vivendo al meglio quest’avventura, i risultati sono dalla nostra parte. Spero di continuare così, ma qualsiasi risultato bisogna prenderlo bene. Sotto questo punto di vista Napoli non è molto equilibrata.”

Dal canto loro gli svedesi sanno di avere una minore qualità tecnica, ma venderanno cara la palle. A dirlo è lo stesso tecnico Andreas Alm:” “C’è bisogno di dare motivazioni alla squadra? Abbiamo il ranking più basso del gruppo e ci confrontiamo con grandi squadre, questa può essere già motivo di forti motivazioni”. Il tecnico esterna le sue sensazioni nell’entrare nello stadio dove ha giocato il giocatore più amato dai tifosi napoletani, Diego Armando Maradona: “E’ uno stadio fantastico, ma di certo non uno dei più nuovi. Il fatto che ci sia il fossato è incredibile. Non vediamo l’ora che arrivi la partita, non siamo qui per fare esperienza ma per provare a vincere. E’ chiaro che non perdiamo di vista il campionato, non siamo ingenui da pensare solo al match di domani.”  A chi gli chiede se cambierà modulo risponde: “Cambio modulo? Cercheremo il miglior modo per bloccare la forza del Napoli, ma non ci difenderemo soltanto ma proveremo ad offendere. Il Napoli è una squadra molto veloce, forse in Europa la più veloce. mancheranno i loro titolari che sono fortissimi ma anche le riserve hanno grande valore. Non ho ancora deciso la formazione da schierare, devo valutare l’ultimo allenamento per poi prendere una decisione”. Per gli svedesi parla anche Daniel Majstorvic: “E’ chiaro che in questo momento dedichiamo grande attenzione al campionato, anche perchè siamo primi ma vogliamo onorare l’Europa League e daremo il massimo. Il Napoli è forte, ha giocatori come Pandev, Hamsik e Cavani che sono fortissimi, poi al San Paolo ci sarà una atmosfera infuocata ma non abbiamo paura e faremo la nostra gara al meglio. Il fatto che non giocheranno i loro migliori giocatori la dice lunga sul valore del Napoli e sull’importanza di questo club. A livello personale mi sento bene, sono tornato in campo dopo un infortunio che mi ha tenuto 7 mesi lontano dal campo ma sono pronto a giocare domani sera (questa sera,ndr)”.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *