Orazio Rotunno

Champions, Oscar non basta:rimonta Juve, 2-2 di Quagliarella

Champions, Oscar non basta:rimonta Juve, 2-2 di Quagliarella
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

LONDRA, 19 SETTEMBRE – A 3 anni dall’ultima partita, la Juventus torna in Champions League, e lo fa in grande stile, a cospetto del Chelsea Campione d’Europa. Un esame importante per i bianconeri imbattibili in Italia,e che cercano certezze anche oltre i confini nazionali. La Juve si presenta in campo con i titolarissimi, dopo le scarse garanzie offerte dalle riserve contro il Genoa: tornano Vidal, Asamoah, Lichsteiner e Vucinic. Per il Chelsea invece David Luiz preferito a Cahill, ed Oscar a Mata.

PRIMO TEMPO – Parte forte il Chelsea, subito due corner per i blues, ed al secondo tentativo un brivido con Luiz che spizzica di testa, debole e centrale per Buffon, ma sospetto il contatto in area di Chiellini che trattiene vistosamente Terry. Non accade nulla per venti minuti, fino ad un lancio preciso di Barzagli che trova Marchisio sulla linea del fuorigioco, stop a seguire leggermente lungo di coscia, ed il tocco sotto trova quindi Cech già a ridosso del n.8 bianconero, occasionissima Juve. Risponde subito il Chelsea, troppo lezioso però in area, non tira nessuno, per un attimo Ramires ha l’opportunità di concludere a due metri da Buffon, ma una finta di troppo consente alla Juve di recuperare, Chelsea sciupone. Ancora Juve pericolosa grazie ad un erroraccio in disimpegno di Ivanovic, Vidal allarga per Vucinic che da posizione invitante conclude male d’esterno. Gol mancato e gol subito: Hazard si accentra ed appoggia per Oscar, che ha troppo spazio per far partire un destro, deviato da Bonucci, che supera Buffon, Chelsea avanti. Ma passa un minuto e Oscar fa un gol degno del suo nome, questa volta è tutta opera sua: controllo col tacco dal limite dell’area ad accentrarsi, tiro a giro che si spegne meravigliosamente nel 7, tremendo doppio colpo per i bianconeri. Ma la Juve reagisce, palla sui 16 metri per Vidal liberissimo, si accentra sul sinistro e fa partire un diagonale dove Cech non si muove neanche, 2-1 al 37′. Squadre negli spogliatoi, Chelsea avanti ma la juve c’è.

SECONDO TEMPO – Partenza più timida dei bianconeri, i blues ora pressano più alti ed a ritimi maggiori. Subito Ivanovic dalla distanza, pronto alla respinta Buffon. Dopo 2′ punizione insidiosa di Lampard, ben parata dal n.1 nianconero sul suo palo. Partita bloccata, la Juve non ci prova molto, il Chelsea controlla. Dopo mezz’ora di nulla Mata, subentrato a Ramires, duetta con Hazard, arriva in area e tenta il tiro di precisione sul primo palo che spizzica la rete esterna. La Juve non ha ancora tirato verso la porta nel secondo tempo, la squadra pare stanca. Ma ne basta uno, e buono. Assist a tagliare la difesa di Marchisio, che sale male con terry, Quagliarella entrato al posto di uno spento Giovinco ,si trova solo davanti a Cech e non sbaglia, è 2-2. Ora la Juve dilaga, Isla entrato per Lichsteiner, dalla destra di prima per Quagliarella che si gira al volo e di sinistro ad effetto scheggia la traversa con Cech immobile, sfiorato un gol incredibile dei suoi. Finisce qui, grande rimonta e carattere Juve, Chelsea sottotono.

UOMO PARTITA SPORT CAFE’24 – OSCAR 8 – Il secondo solo meriterebbe da sè la palma di migliore in campo, ma la sua è una doppietta, ed una partita anche di sostanza, per via della marcatura a uomo su Pirlo voluta da Di Matteo.

IL TABELLINO
CHELSEA-JUVENTUS 2-2
Chelsea (4-2-3-1
): Cech; Ivanovic, David Luiz, Terry, Cole; Mikel, Lampard; Ramires (24′ st Bertrand), Oscar (29′ st Mata), Hazard; Torres. A disp.: Turnbull, Azpilicueta, Cahill, Oriol Romeu, Moses. All. Di Matteo
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (32′ st Isla); Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Giovinco (29′ st Quagliarella), Vucinic (43′ st Matri). A disp.: Storari, Lucio, Marrone, Giaccherini. All. Carrera
Arbitro: Proença (Por)
Marcatori: 31′, 33′ Oscar (C), 38′ Vidal, 35′ st Quagliarella (J)
Ammoniti: Ramires (C), Vidal (J)
Espulsi: –

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *