Orazio Rotunno

Champions League, Milan tradisce ancora: Allegri in bilico. Con l’Anderlecht è 0-0

Champions League, Milan tradisce ancora: Allegri in bilico. Con l’Anderlecht è 0-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 18 SETTEMBRE  – Di nuovo S.Siro, dopo tre giorni il Milan spera nella resurrezione dai mali del campionato che ha portato con sè due sconfitte nelle prime due gare casalinghe. Anche questa sera l’avversario non sarà insuperabile, sebbene non vada sottovalutato. L’Anderlecht schiera in attacco il suo uomi migliore, quel Mbokani accostato da molti a Drogba come caratteristiche, soprattutto fisiche. Il Milan si schiera a sorpresa con l’albero di natale: Emanuelson dentro, fuori sia Bojan che El Shaarawy. Torna Mexes in difesa, De Sciglio fa rifiatare Abata, Flamini a centrocampo. Sarà ancora la Champions la casa del Milan?

PRIMO TEMPO – Inizio di grande paura e dfficoltà per il Milan, pochissimi tifosi allo stadio, ed Anderlecht che dà l’ impressione di essere più pericoloso dei rossoneri. Conclusione insidiosa da fuori di Kljestan, Abbiati in angolo al 12′. Dopo 20 minuti finalmente Milan, rocambolesca carambola in area belga, spunta Flamini che solo davanti a Proto spara sul portiere, comunque bravo nell’uscita bassa. Alla mezz’ora è ancora l’Anderlecht pericoloso, grande azione di Gillet sulla destra, salta prima Nocerino poi Antonini, si accentra sul sinistro e tenta il tiro sul primo palo, ben coperto da Abbiati. Passano 5 minuti ed ecco l’occasionissima per il Milan: lancio millimetrico di 40 metri da parte di Nocerino, palla che arriva fino al dischetto dell’area di rigore in cui si inserisce Emanuelson che al volo riesce solo a sparare sul portiere. Termina il primo tempo fra una marea di fischi.

SECONDO TEMPO – Riparte con una grande opportunità il Milan: cross al 1′ di Boateng che pescamsolo in area Nocerino, ma sciupa malamente piazzando di testa al lato. La risposta dell’Anderlecht, Mbokani premia l’inserimento da destra di Biglia, che si ritrova in area e spara col destro un tiro potente ma alto. Esce Boateng al 63′ ed entra El Shaarawy, e stava per entrare con lui anche la palla in rete. Corss dalla sinistra del migliore dei suoi, Emanuelsson, il faraone spizzica sul primo palo ma Proto è strepitoso nel riflesso. Ancora Milan, che ora domina, sempre Emanuelson si inserisce in area e tenta il diagonale che però va alto. Esce fra l’incredulità generale Emanuelson, per distacco il migliore, ed esce dal campo anche il Milan che non è più insidioso.

UOMO PARTITA SPORT CAFE’24 -EMANUELSON 6.5 – E’ il solo a dare un minimo di vivacità ed imprevedibilità alla manovra statica dei rossoneri, ed Allegri lo toglie, per Costant fra l’altro. Smista assist e si inserisce in area più volte con generosità ma poca precisione.

TABELLINO

MILAN-ANDERLECHT 0-0
Milan (4-3-2-1): Abbiati; De Sciglio, Bonera (29′ st Yepes), Mexes, Antonini; Flamini, De Jong, Nocerino; Emanuelson (33′ st Constant), Boateng (15′ st El Shaarawy); Pazzini.
A disp.: Amelia, Abate, Ambrosini, Bojan. All.: Allegri
Anderlecht (4-4-1-1): Proto; Gillet, Wasilewski, Nuytinck, Deschacht; Bruno (33′ st Juhasz), Biglia, Kouyaté (33′ st Praet), Kljestan; Kanu (44′ st Yakovenko); Mbokani.
A disp.: Kaminski, Safari, Vargas, De Sutter. All.: Van den Brom
Arbitro: Collum (Scozia)
Marcatori: –
Ammoniti: 
Wasilewski, Kljestan (A); Flamini, Mexes (M)
Espulsi: –

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *