Redazione

Lega Pro, il punto sui campionati dopo la terza giornata

Lega Pro, il punto sui campionati dopo la terza giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 18 SETTEMBRE – Con la disputa della terza giornata sono ormai entrati nel vivo i campionati di Prima e Seconda Divisione. Vediamo nel dettaglio la situazione nei quattro gironi dei campionati della Lega Pro.

PRIMA DIVISIONE – Il girone A della Prima Divisione comincia già a delineare quali sono le forze in campo per questa stagione. Al termine della terza giornata si isola infatti da solo al comando il Lecce, la grande favorita della vigilia. I salentini faticano più del previsto ma alla fine battono comunque il San Marino per 2 – 0. Gara subito in discesa per gli uomini di Franco Lerda che dopo pochi minuti usufruiscono di un rigore, che Jeda calcia però alto sulla traversa, con conseguente espulsione del portiere ospite. In superiorità numerica i giallorossi devono attendere l’ingresso di Foti nella ripresa per sbloccare il risultato con una rete dello stesso giocatore ex Sampdoria che poi fornisce anche l’assist per il raddoppio di Chiricò. Le altre due capoliste della vigilia, Carpi e Virtus Entella, cadono rispettivamente a Bergamo contro l’Albinoleffe e a Portogruaro e vengono raggiunte dal Trapani e dalla Reggiana che sfruttano il turno casalingo regolando Treviso e Cuneo. In una giornata caratterizzata dall’assenza di vittorie in trasferta in coda comincia a preoccupare la situazione del Treviso, ancorato a zero punti, mentre l’Albinoleffe con il successo maturato nell’ultimo turno arriva a quota -5 dimezzando la penalizzazione e avvicinandosi in maniera notevole alle altre compagini sul fondo della classifica. Anche il girone B vede una sola squadra in vetta alla classifica, più precisamente il neo promosso Perugia che dimostra tutte le intenzioni di provare il doppio salto di categoria per ritornare ai livelli che più gli competono. Gli umbri, davanti ad una splendida cornice di pubblico, vincono il derby con il Gubbio per 2 – 0, con reti di Di Tacchio e Tozzi Borsoi nei finali delle due frazioni e cominciano veramente a sognare un traguardo che alla vigilia del campionato sembrava decisamente arduo da raggiungere. All’inseguimento della battistrada ci sono il Benevento ed il Latina, corsare rispettivamente a Catanzaro e a Nocera Inferiore. I campani hanno espugnato il Ceravolo con una rete di Montini a 10 minuti dal termine con i padroni di casa che possono recriminare per le numerose occasioni da goal buttate al vento mentre i laziali sfruttano la migliore condizione fisica e si impongono per 1 – 0 grazie ad un centro di Agodorin alla mezz’ora della ripresa. In coda ancora senza punti la Carrarese, questa volta sconfitta per 2 – 0 a Sorrento, e il Barletta rompe il ghiaccio cogliendo la prima gioia stagionale impattando per 2 – 2 all’Arena Garibaldi contro il Pisa.

SECONDA DIVISIONE – Anche nel girone A della Seconda Divisione al termine della terza giornata c’è solo una squadra a punteggio pieno ed è il Savona di mister Corda. I liguri espugnano nel big match della Domenica il campo del Renate con una doppietta di Virdis e si confermano come la formazione da battere del raggruppamento grazie anche al marcatore di giornata, sempre più capo cannonniere del girone con cinque centri in tre partite. I biancoazzurri staccano proprio il Renate e il Forlì che vengono raggiunti dall’Alessandria, vittoriosa grazie ad una rete di Rossi proprio sul campo degli emiliani, e dalla Pro Patria che travolge tra le mura amiche il Rimini per 4 – 1. Proprio i romagnoli rappresentano la delusione principale del girone essendo fermi ancora a quota zero mentre con un punto in più troviamo il Casale, il Valle d’Aosta e il Bassano che hanno ceduto l’intera posta rispettivamente a Bellaria, Mantova e Monza. Il girone B non fa eccezione e anche in questo caso c’è una sola squadra prima con nove punti raccolti in tre partite. A guardare tutti dall’alto è l’Aprilia che si impone in maniera netta ed inequivocabile per 3 – 0 sull’Aquila approfittando delle troppe leggerezze difensive degli abruzzesi che hanno anche sprecato numerose occasioni per rendere meno pesante il passivo finale. In seconda posizione il Martina Franca, vittorioso in casa per 2 – 1 sul Teramo, raggiunge a sette punti il Chieti che non va oltre il pareggio sul campo del Fondi che raccoglie quindi il primo punto stagionale lasciando così quota zero punti in classifica. Oltre ai laziali all’ultimo posto della graduatoria, a quota uno, troviamo la Salernitana, che impatta per 2 – 2 in casa contro l’Aversa Normanna, e l’Hinterreggio sconfitto di misura a Pontedera per 1 – 0. Da segnalare il primo successo del Foligno che espugna Melfi per 2 – 1 e ottiene i primi tre punti stagionali che gli consentono di abbandonare l’ultimo posto in classifica e di portarsi a ridosso della parte centrale della stessa.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *