Giuseppe Alessi

Bundesliga, 3a giornata: l’Eintracht vola in testa insieme al Bayern

Bundesliga, 3a giornata: l’Eintracht vola in testa insieme al Bayern
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Amburgo e Hoffenheim in coda a zero punti.

FRANCOFORTE, 17 SETTEMBRE – La domenica di Bundesliga ha offerto due posticipi ricchi di gol: Friburgo-Hoffenheim e Eintracht Francoforte-Amburgo. Le due gare hanno confermato il periodo nero di Amburgo e Hoffenheim, rimaste le sole squadre a zero punti. Al contempo, la vittoria casalinga dell’Eintracht tiene la squadra di Francoforte agganciata al treno Bayern a 9 punti.

FRIBURGO-HOFFENHEIM 5-3 – La partenza da incubo dell’Hoffenheim, lontanissima dal livello di prestazioni che portarono la squadra, allora guidata da Babel, a disputare un gran campionato nella scorsa stagione. Adesso l’olandese non c’è più e con lui sembrano essere spariti bel gioco e risultati. C’è da dire, però, che a 6’ dalla fine l’Hoffeneim, che era riuscita a trovare il pareggio, viene di nuovo colpita prima dal gol di Makladi e poi da quello di Freis del definitivo 5-3.

EINTRACHT FRANCOFORTE-AMBURGO 3-2 – Stesso discorso per l’Amburgo che non è riuscita a raccogliere dei punti nelle prime tre giornate di campionato. Le cessioni di Paolo Guerrero , il “Barbaro” dopo 120 gare e 32 gol si è trasferito al Corinthians, e di Mladen Petric, che adesso gioca in Inghilterra col Fulham, hanno fortemente indebolito l’HSV: nemmeno Van Der Vaart è riuscito a dare in queste prime partite l’apporto che ci si aspettava. D’altra parte, l’Eintracht, dopo aver sconfitto nella gara d’apertura il Bayer Leverkusen per 2-1 e, poi, l’Hoffenheim, battuto per 4-0 in trasferta, è riuscita ad avere la meglio sull’Amburgo: già dopo 18’ la partita era già indirizzata verso Francoforte, grazie ai gol di Inui e Occean. Il gol di Westermann (Amburgo) riaccende le speranze dellHSV ma a spegnerle, almeno parzialmente, è l’espulsione di Jiracek. Nella ripresa segnano prima Aigner (Eintracht) e al 63’ Son (Amburgo). Finisce 3-2.

Giuseppe Alessi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *