Azio Agnese

MotoGP: le pagelle di Misano

MotoGP: le pagelle di Misano
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Lorenzo scappa via, Rossi torna sul podio, Pedrosa sfortunato

Il podio di Misano

MUGELLO, 17 SETTEMBRE – Archiviata la gara di Misano con un Lorenzo sempre più in testa alla classifica mondiale complice anche i problemi della Honda prima della partenza che hanno costretto Pedrosa ad una partenza dalle retrovie con successiva caduta nel tentativo disperato di recuperare. Ma passiamo ai voti dei protagonisti

JORGE LORENZO 9 – Non raggiunge la perfezione solo perché ha fatto gara in solitario; quando alla seconda curva ti abbattano il nemico numero 1 diventa tutto più facile e il buon Jorge approfitta dell’occasione per scappare via e farsi una gita in solitario nelle curve del circuito adriatico. Adesso riprenderlo diventa difficile.

VALENTINO ROSSI 9 – Parte come una fionda, prima curva è già secondo facendo esultare il pubblico di casa. Guida in modo sicuro e la moto sembra essere apposto rispetto alle precedenti uscite. Riesce a tenere lontano sia Bradl che Bautista. A fine gara dirà che il Sic dal cielo l’ha aiutato. Giornata da ricordare per il Dottor Rossi

DANIEL PEDROSA 3 – Paga una giornata sfortunata di tutto il team Honda, nemmeno avessero la nuvoletta di Fantozzi addosso. Pronti via si blocca la termocoperta nell’anteriore ed è costretto a partire dall’ultima casella. Ma lo spagnolo non riesce nemmeno a finire il primo giro speronato in modo kamikaze da Barbera. Persa occasione buona per vincere il mondiale. Giornata NO

ANDREA DOVIZIOSO 7 – Arriva ad un passo dal podio, anzi un pelo (soli 3 millesimi). All’ultimo giro ingaggia un duello mozzafiato con Bautista ma a spuntarla al fotofinish è lo spagnolo. Peccato Dovi

ALVARO BAUTISTA 8 – Prima di Misano era ad un passo da lasciare la Honda del team Gresini. La gara di ieri l’ha messo in condizione di aver maggior considerazione da parte della squadra. Lotta per tutta la gara ed alla fine arriva un podio meritato.

Azio Agnese

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *