Antonio Foccillo

Serie A, la Juventus in rimonta si impone sul Genoa per 3-1

Serie A, la Juventus in rimonta si impone sul Genoa per 3-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Grande rimonta dei bianconeri nel secondo tempo grazie ai cambi di Carrera

GENOVA, 16 SETTEMBRE – La Juveventus, con un po di fatica e una grande prova di carattere del secondo tempo, si impone per 3-1 sul Genoa al Marassi. Determinanti le sostituzioni di Carrera nel secondo tempo,che cambiano letteralmente il volto della gara. Dopo il vantaggio del primo tempo dei grifoni grazie ad Immobile, nella ripresa si scatena il neo entrato Vucinic che fornisce due assist a Giaccherini ed Asamoah e trasforma un calcio di rigore procurato proprio da Asamoah.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO – Tante le sorprese in campo, a cominciare dal Genoa che schiera gli ex Juventini Borriello e Immobile insieme, supportati da Jankovic. Negli ospiti turn over inaspettato, con Lichsteiner, Vidal, Asamoah e Vucinic in panchina per Caceres, Giaccherini, De Ceglie e Matri. Il primo tempo è giocato su ritmi altissimi, senza un attimo di tregua, sin dall’inizio: subito Immobile impegna la difesa della Juve con un cross velenoso dalla destra su cui però nè Borriello nè Jankovic riescono a trovare la deviazione vincente. Al 3′ errore di Bonucci, che sbaglia un rinvio di testa regalando un assist a Borriello che manda di poco al lato del secondo palo. All’8′, sugli sviluppi di un angolo per la Juve, Antonelli con un passaggio ribalta il fronte mettendo Immobile a tu per tu con Buffon, ma disturbato da Barzagli mette fuori. Al 17′, dopo alcuni minuti di supreamazia bianconera, è il Genoa a portarsi in vantaggio con Immobile, che conclude con un tocco sporco da fuori area: palo interno e rete. Al 20′ ancora il grifone vicino al goal con Jankovic, che conclude di poco fuori dal limite dell’area. Juve in difficoltà, con Giovinco e Matri troppo isolati in avanti e Pirlo braccato a uomo da Bertolacci che non riesce ad accendersi. Al 30′ su calcio d’angolo, Giovinco si smarca dal mucchio a centro area ma spara alto a pochi metri dalla porta. Al 36′ Borriello su lancio dalle retrovie riesce a smarcarsi in area su Chiellini e trovarsi a tu per tu con Buffon, ma Bonucci riesce a intervenire in scivolata e a salvare un goal sicuro. Dopo un minuto di gioco clamorosa occasione per la Juve: Giaccherini riesce a smarcare Matri che a tu per tu con Frey manda alto incredibilmente. Matri era però in fuorigioco non visto dal guardalinee. Al 42′ Kucka anticipa Marchisio a centrocampo prendendo in controtempo la difesa della Juve e costringendo al fallo Bonucci al limite dell’area . Vive le proteste dei giocatori del Genoa che chiedevano l’espulsione per chiara occasione da goal . Sugli sviluppi della punizione, Bovo impegna Buffon sul suo palo. Il primo tempo si chiude quindi con il vantaggio del Genoa proprio con il goal di uno degli uomini più attesi, Ciro Immobile.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa si rivedono gli stessi 22 del primo tempo. Si ricomincia subito a grandi ritmi con la Juve in pressione, ma al 51′ è Sampirisi a mandare la palla di poco fuori con un colpo di testa su punizione di Jankovic. Su ribaltamento di fronte Giovinco dalla fascia si accentra e calcia sul secondo palo, con Frey che devia sul palo. Grande inizio di ripresa. Al 53′ arriva un doppio cambio per la Juventus con Asamoah che sostituisce De Ceglie sull’out mancino e Vucinic che prende il posto di Matri. Sugli sviluppi di un angolo per gli ospiti, la difesa rossoblu respinge al limite dell’area dove Giaccherini si coordina al volo mettendo i brividi a Frey con la palla che si spegne vicino al palo. Al 56′ il brivido corre lungo la schiena di Gigi Buffon : punizione di Janokovic e colpo di testa di Borriello che centra in pieno la traversa . Partita davvero divertente e intensissima al Marassi, con il Genoa pronto a sfruttare gli spazi lasciati dalla Juventus. Al 60′ succede l’incredibile : Antonelli serve al centro Bertolacci che si fa ipnotizzare da Buffon. Goal sbagliato e goal subito, perchè sull’immediato ribaltamento di fronte arriva il pareggio bianconero :Vucinic serve al limite dell’area Giaccherini che al volo di interno destro mette in rete nell’angolino. Al 76′ Sampirisi abbatte Asamoah in area: per Rocchi non ci sono dubbi è calcio di rigore: sul dischetto si presenta Vucinic che insacca alla sinistra di Frey. All’ 83′ Vucinic ricambia il rigore procurato da Asamoah, fornendogli l’assist per l’1-3 . Partita ormai chiusa. Gli ultimi sette minuti più recupero sono semplice amministrazione per i bianconeri che non corrono più rischi e anzi rischiano di calare il poker con Giovinco che si vede respinto il suo tiro di sinistro da Frey. La Juventus arriva quindi con una convincente prova alla sfida con il Chelsea.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTCAFE’24 : VUCINIC 7,5 : Il montenegrino nettamente migliore in campo. Entra nella ripresa e dispensa giocate per i compagni, come testimoniano i due assist per Giaccherini e Asamoah. Si concede anche il goal su rigore, per sugellare al meglio una prestazione eccellente. Il Chelsea è avvertito.

TABELLINO

GENOA 1  (Immobile 17′)

JUVENTUS 3 (Giaccherini 60′, Vucinic rig. 76′, Asamoah 83′)

Le Formazioni

GENOA (4-3-3): Frey; Sampirisi (Ferronetti 78′) , Canini, Bovo (Granqvist 66′), Antonelli (Melazzi 81′); Kucka, Bertolacci, Seymour; Jankovic, Immobile, Borriello All.:  De Canio

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Caceres (Lichtsteiner 55′), Marchisio, Pirlo, Giaccherini, De Ceglie (Asamoah 53′ ); Giovinco, Matri (Vucinic 53′ ) All.: Carrera

Ammoniti: Immobile ( G) 18′, Pirlo ( J ) 24′ , Bonucci ( J ) 42′, Canini ( G) 62′, Barzagli ( J ) 68′

Espulsi:

Arbitro: Rocchi

Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *